Sony ha inventato una maglietta con l’aria condizionata incorporata (e il prezzo non spaventa)

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 1 Ago. 2019 alle 11:45 Aggiornato il 1 Ago. 2019 alle 13:40
0
Immagine di copertina
Un prototipo della maglietta

Sony ha inventato una maglietta con l’aria condizionata incorporata

Sony ha creato una maglietta con l’aria condizionata inclusa: l’oggetto perfetto per questo caldo torrido.

Questo piccolo dispositivo hi-tech chiamato Reon Pocket viene direttamente dal Giappone ed è collegato ad un’app che serve a regolare la potenza, la temperatura e il flusso d’aria e si posiziona in un’apposita t-shirt con una tasca sotto la nuca. Sarà disponibile dalla prossima estate, ma solo in Giappone.

> Rimedi contro il caldo: i consigli utili per combatterlo

Sony maglietta aria condizionata, le invenzioni

La maglietta viene dall’idea creativa di due società. La prima è un’azienda americana, Polar Products, che ha inventato delle coppette refrigeranti da inserire nel reggiseno. Lanciate sul mercato a poco più di 37 dollari sono fatte al 100 per cento di cotone e devono essere inserite o in acqua fredda o nel congelatore non più di 20 minuti per avere la sensazione di refrigerio per almeno 1-2 ore.

La seconda invenzione è un mini condizionatore da t-shirt in grado di abbassare la temperatura all’interno degli abiti fino a un massimo di 13 gradi.

Reon Pocket può abbassare la temperatura fino a un massimo di 13 gradi in meno. Per intenderci, se fuori ci sono 40 gradi, cosa non più inusuale, se ne sentiranno 27. Il prodotto è stato presentato sulla piattaforma First flight.

Invece d’inverno rilascia caldo sul corpo fino ad arrivare a 8 gradi in più. La regolazione con l’app avviene via Bluetooth.

Il crowdfunding e i costi

Il sito di proprietà della Sony è stato finanziato con una campagna di crowfounding. La raccolta fondi del colosso giapponese ha già raggiunto il budget previsto per partire, cioè mezzo milione di dollari.

Il costo della maglia è di circa 120 euro, mentre i primi esemplari dovrebbero essere spediti a partire da marzo 2020.

Un’ottima invenzione, per la quale i consumatori sono curiosissimi. Anche se non è così che si risolve il problema del riscaldamento globale.

> Ondata di caldo record in Europa: 42,6 gradi a Parigi. In Germania chiuse alcune centrali nucleari

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.