Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Vuelta 2022: quando il diavolo ci mette lo zampino

Immagine di copertina

Il danese Mads Pedersen (Trek Segafredo) ha vinto in volata la sedicesima tappa della 77ma Vuelta Espana che portava i corridori da da Sanlucar a Tomares, lungo 189 chilometri pianeggianti. La maglia verde con questa vittoria ha blindato il successo a Madrid nella classifica a punti. Alle sue spalle si sono piazzati, nell’ordine, il tedesco Pascal Ackermann (UAE Team Emirates) e l’olandese Danny Van Poppel (Bora Hansgrohe).

Fino a 2.700 metri dallo striscione del traguardo lo svolgimento della corsa avrebbe suggerito far scorrere in sottofondo l’audio della famosa canzone di Franco Califano “Tutto il resto è noia.” La solita fuga di giornata di due corridori militanti nelle squadre spagnole invitate dagli organizzatori, Ander Okamika (Burgos BH) e Luis Angel Maté (Euskaltel Euskadi), assolveva la funzione dei comprimari d’avanspettacolo nell’attesa dell’unico evento spendibile di giornata: la volata finale. Poi, nello spazio di mezzo minuto, arrivava il doppio colpo di scena. Primoz Roglic (Jumbo Visma) partiva a sorpresa, approfittando d’un briciolo di pendenza. Remco Evenepoel (Quick Step Alpha Vinyl) in maglia roja, colto in contropiede, non gli andava dietro. A seguire il campione di Trbovlje era, invece, Ackermann, imitato da Pedersen, Van Poppel e l’inglese Alfred Wright (Bahrain Victorious). Dietro, intanto, Evenepoel forava rimanendo a lungo appiedato per il tardivo arrivo della sua ammiraglia.

Trovandosi la corsa negli ultimi tre chilometri, in cui vige il regime di neutralizzazione, l’incidente non dovrebbe comportare conseguenze cronometriche per il leader della corsa. Roglic, davanti, continuava a tirare, ignaro della foratura del suo rivale fiammingo. Arrivato ai duecento metri, lo sloveno si scansava, quasi a far passare i tre sprinter che si disputavano la vittoria di giornata, per, poi, tentare di riaccodarsi affiancandosi a Wright, anche lui ormai fuori dai giochi per il successo. Non è chiaro se il campione olimpico a cronometro ed il londinese si siano effettivamente toccati in questo frangente. Roglic, comunque, finiva a terra all’altezza del cartello che indicava 75 metri all’arrivo. Si rialzava prontamente, spingendo la bicicletta a piedi fino al traguardo che tagliava con 48” di ritardo dal vincitore. Evenepoel, per parte sua, arrivava sorridente a 3’23”. La giuria ha accreditato a Roglic un guadagno in graduatoria di otto secondi su Evenepoel, venendo allo sloveno assegnato il tempo del vincitore, mentre alla maglia roja sarebbe stato attribuito quello del primo gruppo inseguitore. Se così fosse, la classifica generale vedrebbe il millennial fiammingo conservare sullo sloveno 1’26” di vantaggio con lo spagnolo Enric Mas (Team Movisar) sempre terzo a 2’01”. Detto ciò, saranno da accertare le condizioni in corsa di Primoz, rimasto a lungo sdraiato per terra dopo l’arrivo con un ginocchio sanguinante.

La frazione di domani, la diciassettesima della Vuelta Espana 2022, viaggerà attraverso 162 chilometri, da Aracena a Monasterio de Tentudia. Laddove i saliscendi saranno continui, solo gli ultimi dieci chilometri potranno dar luogo ad una battaglia tra gli uomini di classifica anche se la pendenza dell’ascesa finale, mai superiore al 7%, renderà difficile una selezione drastica.

Ti potrebbe interessare
Sport / Il clamoroso errore arbitrale contro Sinner che fa infuriare i social
Sport / Jannik Sinner si ferma: Tsitsipas vince la semifinale al Masters di Monte Carlo
Sport / Torino Juventus streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Ti potrebbe interessare
Sport / Il clamoroso errore arbitrale contro Sinner che fa infuriare i social
Sport / Jannik Sinner si ferma: Tsitsipas vince la semifinale al Masters di Monte Carlo
Sport / Torino Juventus streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Liverpool Atalanta streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Europa League
Sport / Milan Roma streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Europa League
Sport / PSG Barcellona streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Champions League
Sport / Real Madrid Manchester City streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Champions League
Sport / Udinese Inter streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Parigi-Roubaix 2024: Mathieu annichilisce il mondo
Sport / Juventus Fiorentina streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A