Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 01:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Vuelta 2022: arrivano i Millennial

Immagine di copertina

L’australiano Jay Vine (Alpecin Deceuninck) ha vinto la sesta tappa della 77ma Vuelta Espana, l’attesissima prima frazione di montagna da Bilbao alla Ascension de Pico de Jana di 181 chilometri. Il corridore di Townsville, campione mondiale di Zwift (ciclismo virtuale), è sbucato solitario dalla nebbia conquistando così la prima vittoria della sua carriera da professionista. Alle spalle del vincitore, staccato di 16 secondi, si è piazzato un dirompente Remco Evenepoel (Quick Step Alpha Vinyl) che ha preceduto d’un secondo il risorto Enric Mas (Team Movistar). Degna di menzione è stata anche la prova del diciannovenne spagnolo Juan Ayuso (UAE Team Emirates), giunto quarto a 55″.

Evenepoel ha così conquistato la maglia roja, cambiata di proprietario per il sesto giorno consecutivo. Il millennial fiammingo ha ora in vantaggio di 21″ sull’ex leader Rudy Molard (Groupama FDJ) con Mas terzo a 28″. Primoz Roglic, in giornata negativa, ha limitato i danni. Ora lo sloveno è quarto in graduatoria a 1’01” dal leader, tallonato da Ayuso, quinto a 1’12”. La Vuelta 2022 è decisamente entrata nel vivo.

La tappa odierna ha seguito il tradizionale filone della fuga di giornata non andata in porto. Tra gli attaccanti, dove per i colori azzurri era nuovamente presente Fausto Masnada (Quick Step Alpha Vinyl), una nota di merito va al giovane ucraino Mark Padun (EF Education Easy Post), ultimo a cedere, raggiunto e superato a 5 chilometri dall’arrivo da Vine. Il corridore del Queensland ha avuto il merito d’anticipare i big partendo ai meno 10 dal traguardo sulle prime rampe della salita finale. Nel giro d’un paio di chilometri l’incessante lavoro del Wolfpack, in cui si era distinto il campione del mondo Julian Alaphilippe (Quick Step Alpha Vinyl), dava i suoi frutti. Evenepoel prendeva il comando del gruppo a sette chilometri dalla conclusione. In progressione, come faceva Bernard Hinault, Remco si toglieva di ruota tutti gli avversari escluso Mas. Vine, però, davanti resisteva, aggiudicandosi meritatamente la vittoria di giornata.

Domani andrà in scena la settima tappa da Camargo a Cisterna lungo 190 chilometri caratterizzati da una lunghissima, ma non troppo impegnativa, ascesa a metà percorso. Si tratta del Puerto de San Glorio, i cui 22 chilometri presenteranno una media del 5,5%. Fosse finalmente la volta buona per una fuga vincente.

Ti potrebbe interessare
Sport / Mondiali ciclismo 2022: un marziano a Wollongong
Sport / Laver Cup, invasore entra in campo e si dà fuoco a un braccio
Sport / Italia Inghilterra streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Nations League
Ti potrebbe interessare
Sport / Mondiali ciclismo 2022: un marziano a Wollongong
Sport / Laver Cup, invasore entra in campo e si dà fuoco a un braccio
Sport / Italia Inghilterra streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Nations League
Cronaca / Alex Zanardi torna a casa a 76 giorni dal secondo ricovero: dimesso dall’ospedale di Vicenza
Sport / Giornalista insultato in diretta da un tifoso al termine di Milan-Napoli
Sport / Milan Napoli streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Roma Atalanta streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Mondiali ciclismo 2022: Foss trionfa, Ganna affonda
Sport / Dramma a Toronto per Insigne e Jenny: la moglie ha perso il bimbo al sesto mese di gravidanza
Sport / Monza Juventus streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A