Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

Paolo Rossi, la malattia contro cui lottava l’eroe dei Mondiali 1982

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 10 Dic. 2020 alle 07:27 Aggiornato il 10 Dic. 2020 alle 10:23
675
Immagine di copertina

Paolo Rossi, la malattia contro cui lottava l’eroe dei Mondiali 1982

La notizia della morte di Paolo Rossi ha colto tutti di sorpresa. L’eroe dei Mondiali 1982 è scomparso nella notte tra il 9 e il 10 dicembre 2020 all’età di 64 anni a causa di un male incurabile. Ma qual era la malattia che aveva colpito Paolo Rossi? A sconfiggere l’ex campione del mondo e Pallone d’Oro, negli ultimi anni commentatore Tv prima per Sky poi per la Rai, è stato un tumore (secondo alcune fonti, al polmone) che – negli ultimi tempi – lo aveva costretto a stare lontano dalla televisione. Paolo Rossi è morto a Siena all’ospedale Le Scotte dove era ricoverato da tempo a causa di un peggioramento delle sue condizioni. Tre mesi fa era stato sottoposto a un intervento chirurgico all’ospedale la Gruccia di Montevarchi. Lascia la moglie Federica e tre figli: Sofia Elena, Maria Vittoria e Alessandro.

A dare l’annuncio della morte di Paolo Rossi è stata nella notte la moglie Federica Cappelletti, sul suo profilo Instagram. “Per sempre”, ha scritto pubblicando sul social network una foto di lei col marito. Negli stessi minuti dava conto della scomparsa di ‘Pablito’ anche il vicedirettore di RaiSport, Enrico Varriale: “Una notizia tristissima, ci ha lasciato” un “indimenticabile, che ci ha fatto innamorare tutti in quell’Estate dell’82 e che è stato prezioso e competente compagno di lavoro negli ultimi anni”.

Chi era Paolo Rossi

Abbiamo visto la malattia che ha colpito Paolo Rossi, ma chi era “Pablito”? Paolo Rossi nasce a Prato il 23 settembre del 1956. È stato un calciatore e dirigente sportivo italiano. Campione del mondo con la nazionale italiana nel 1982. Soprannominato Pablito, lo si ricorda principalmente per le sue prodezze e per i suoi gol al Mondiale 1982 dove, oltre a vincerlo, si aggiudicò anche il titolo di capocannoniere. Nello stesso anno vinse anche il Pallone d’oro. Insieme a Roberto Baggio e Christian Vieri detiene il record italiano di marcature nei Mondiali a quota 9 gol, ed è stato il primo giocatore (eguagliato dal solo Ronaldo) ad aver vinto nello stesso anno il Mondiale, il titolo di capocannoniere di quest’ultima competizione e il Pallone d’oro.

Leggi anche: Il Dio scugnizzo. Maradona era genio e follia: come Napoli

675
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.