Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 01:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Mondiali, i russi a lezione: devono sorridere e mostrarsi contenti ai turisti

Immagine di copertina
Il presidente russo Vladimir Putin

I lavoratori russi hanno sostenuto dei corsi di formazione in vista della Coppa del Mondo

“Sorridete”. Questa la richiesta fatta dalla Russia ai suoi cittadini in vista dei Mondiali di Russia 2018, al via giovedì 14 giugno.

Un invito rivolto in particolare – secondo quanto riporta la BBC – ai lavoratori che avranno contatti con i tantissimi turisti attesi a Mosca e dintorni per assistere alle partite della Coppa del Mondo.

I russi, come noto, non sorridono tanto. A volte affatto. Sono fatti così. C’è anche un detto russo che recita: “Ridere senza motivo è un segno di stupidità”.

Tuttavia, ora i russi avranno un motivo per sorridere: 1,5 milioni di ragioni per essere precisi, poiché l’agenzia di stampa russa Tass afferma che 1,5 milioni di turisti stranieri sono attesi in Russia durante la Coppa del Mondo.

Per l’occasione molti lavoratori russi, in particolare i dipendenti delle ferrovie russe e della metropolitana di Mosca, sono stati “costretti” a seguire dei corsi di formazione su come sorridere e relazionarsi con i turisti.

Sorridere “per finta” senza risultare falsi non è cosa facile. Chissà se i russi saranno stati attenti durante le lezioni e se i risultati saranno decenti. Quel che è certo è che ci stanno mettendo impegno. Soprattutto nel tentare di affrontare lo stereotipo che vede il popolo russo come un popolo rude e ostile.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Siria, bimba di 8 anni salvata dopo 40 ore sotto le macerie del terremoto
Esteri / ‘Ndrangheta, arrestato a Bali Antonio Strangio: era latitante da 7 anni
Esteri / Siria, miracolo dopo il terremoto: salvata una bambina nata sotto le macerie
Ti potrebbe interessare
Esteri / Siria, bimba di 8 anni salvata dopo 40 ore sotto le macerie del terremoto
Esteri / ‘Ndrangheta, arrestato a Bali Antonio Strangio: era latitante da 7 anni
Esteri / Siria, miracolo dopo il terremoto: salvata una bambina nata sotto le macerie
Esteri / Siria devastata dal terremoto, ma la figlia di Assad avverte: “Non inviate aiuti alle zone controllate dai ribelli”
Esteri / Terremoto in Turchia e Siria: nuova scossa 5.3 a Dogansehir. Le vittime sono più di 11.000
Esteri / Terremoto in Turchia, evasi 20 affiliati dell’Isis detenuti in Siria
Esteri / Terremoto in Turchia, estratti vivi dopo 28 ore una mamma e i suoi tre figli
Esteri / Qatargate, le pressioni di Panzeri per fermare la nomina Ue di Di Maio
Esteri / Terremoto in Turchia, morto il portiere Türkaslan: sui social la struggente reazione delle moglie
Esteri / Terremoto in Turchia: la scossa potente come 130 bombe atomiche, oltre 5.100 i morti