Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Giro d’Italia: nella prima tappa trionfa Primoz Roglic. Il commento di TPI

Immagine di copertina
Primoz Roglic festeggia la vittoria con la maglia rosa. Credit: ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Giro d’Italia 2019 prima tappa – Era il favorito ed ha rispettato il pronostico. Tuttavia, sarebbe superficiale liquidare così la vittoria di Primoz Roglic nella tappa d’apertura del 102° Giro d’italia, una cronometro cittadina che da Piazza Maggiore attraversava Bologna inerpicandosi sino al Santuario di San Luca.

Lo sloveno, un ragazzo che fino a pochi anni fa praticava il salto con gli sci e non il ciclismo, ha impartito ai suoi avversari una piccola mazzata con una prestazione monstre, infliggendo distacchi ragguardevoli se si considera che la tappa misurava in tutto solo otto chilometri.

La vittoria dello sloveno, che ha regalato al suo paese la prima maglia rosa in assoluto, acquista ancora maggior significato in considerazione delle ottime prove degli altri grandi favoriti alla vittoria finale del Giro.

Simon Yates, l’unico che aveva scelto di partire alla fine anziché all’inizio, ha conquistato la piazza d’onore scippandola a Vincenzo Nibali grazie ad un ottimo finale. Superiore ad ogni aspettativa, comunque, la prova dello Squalo.

Molto bene anche il colombiano Miguel Angel Lopez, giunto alla pari con un apparentemente deludente Tom Dumoulin. Attenzione, però, a criticare la farfalla di Maastricht: lui correrà anche il Tour de France per cui è logico che al Giro parta piano.

Oggi da Bologna si va in Toscana arrivando a Fucecchio, patria di Indro Montanelli. Non è scontato l’arrivo in volata considerando le piccole asperità disseminate sul percorso. Molto dipenderà dalla voglia di Roglic di impegnare la squadra nella difesa della maglia rosa, sprecando energie che potrebbe essere meglio conservare per la parte finale del Giro.

Giro d’Italia 2019, il calendario. Tutte le date e le tappe
Giro d’Italia 2019, ecco tutti i corridori che parteciperanno alla Corsa Rosa
Giro d’Italia 2019, la classifica di tappa e quella generale
Il commento: Il Giro d’Italia 2019 si è dimenticato del Sud?
Tutto quello che c’è da sapere sulla corsa rosa 
Ti potrebbe interessare
Calcio / Scudetto Milan, strappata la medaglia a Pioli. La Lega: “Te la ridiamo noi”
Sport / Serie A, il Milan è campione d’Italia
Sport / Calcio, insulti razzisti allo steward dalla curva della Lazio
Ti potrebbe interessare
Calcio / Scudetto Milan, strappata la medaglia a Pioli. La Lega: “Te la ridiamo noi”
Sport / Serie A, il Milan è campione d’Italia
Sport / Calcio, insulti razzisti allo steward dalla curva della Lazio
Sport / Giro d’Italia 2022, un camoscio d’Abruzzo sul Gran Paradiso
Sport / Inter Sampdoria streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Sassuolo Milan streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Spezia Napoli streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Giro d’Italia 2022, la resurrezione di Simon Yates
Sport / Fiorentina Juventus streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Giro d’Italia 2022, gioie e dolori per la Francia nella Granda