Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Giro d’Italia 2022, un camoscio d’Abruzzo sul Gran Paradiso

Immagine di copertina
Giulio Ciccone. Credit: EPA/Szilard Koszticsak

L’abruzzese Giulio Ciccone (Trek Segafredo) ha vinto la quindicesima tappa del 105° Giro d’Italia, la cavalcata delle montagne valdostane lungo 177 chilometri, da Rivarolo Canavese a Cogne, comprendenti 3980 metri di dislivello. Il teatino, tagliato fuori dalla lotta per la maglia rosa dalla disastrosa giornata sulle strade di casa, ha preceduto di 1’30” il colombiano Santiago Buitrago (Bahrain Victorious) con lo spagnolo Antonio Pedrero (Team Movistar) terzo a 2’19”. Resta quasi immutata la classifica generale al termine di una giornata di tregua, facilmente prevedibile dopo i fuochi d’artificio ieri in riva al Po, in cui il gruppo dei migliori è giunto a 7’48” dal vincitore. L’ecuadoriano Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), guadagnando un paio di secondi nella volata del gruppo all’arrivo, ha conservato la maglia rosa ed ora guida con 9″ di vantaggio sull’australiano Jai Hindley (Bora Hansgrohe) e 32″ sul portoghese Joao Almeida (UAE Team Emirates).

Dopo una fase iniziale che ha visto la malasorte accanirsi proprio contro la maglia rosa, prima con una caduta nell’erba senza conseguenze poi sotto forma d’un incidente meccanico, sul primo GPM di giornata, quello di Pila, andava via una fuga di massa, ricca di ben 28 unità. Scattava a metà salita l’olandese Koen Bouwman (Jumbo Visma), vincitore della frazione di Potenza, che così andava a riprendersi la maglia azzurra di leader della classifica degli scalatori. In discesa piombavano su Bouwman i connazionali Mathieu Van der Poel (Alpecin Fenix) e Martjn Tusveld (Team DSM), creando così un trio orange al comando della corsa.

All’inizio della seconda ascesa, quella che portava al GPM di Verrogne, partiva il contrattacco di un quartetto formato da Ciccone, Buitrago, Pedrero e dall’inglese Hugh Carty (EF Education Easy Post), raggiunti, per un breve periodo anche dal portoghese Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) che, poi, veniva fermato dalla squadra. A 22 chilometri dal traguardo, in coincidenza con l’inizio dell’ultima salita, Ciccone cominciava a scattare a ripetizione sgretolando la resistenza dei compagni di fuga. Ultimo a cedere ai meno 19 era Buitrago. Seguiva una cavalcata che, in parallelo con la gioia per la vittoria di giornata, lasciava un pizzico d’amarezza al pensiero di cosa sarebbe potuto essere il Giro di Giulio senza la sciagurata giornata sulla Maiella.

Martedì, dopo la terza ed ultima giornata di riposo di domani, è in programma la frazione da molti ritenuta la più dura di questa edizione della corsa rosa. La sedicesima tappa viaggerà lungo 202 chilometri da Salò fino all’Aprica, farciti da 5.500 metri di dislivello. Lungo il percorso, ad attendere i corridori, ci saranno il Goletto di Cadino ed il Mortirolo, anche se dal meno impegnativo versante di Monno. Si scenderà poi verso Teglio prima dell’ultima asperità di giornata: il valico di Santa Cristina, quello su cui nel 1994 Marco Pantani si fece conoscere al mondo mortificando Miguel Indurain. L’arrivo dell’Aprica
dovrebbe consegnarci una classifica, se non definita, ormai circoscritta a non più di tre papabili per la maglia rosa finale a Verona domenica 29 maggio.

Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2022: la sesta di Groenewegen ha il sapore della resurrezione
Sport / Tour de France 2022: il vento latita, le cadute no
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022, vincitore: chi ha vinto la Carriera di oggi | Risultato
Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2022: la sesta di Groenewegen ha il sapore della resurrezione
Sport / Tour de France 2022: il vento latita, le cadute no
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022, vincitore: chi ha vinto la Carriera di oggi | Risultato
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022, i cavalli e le relative contrade: tutte le assegnazioni
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022 streaming e diretta tv: dove vedere la Carriera
Sport / Palio di Siena 2022, il drappellone che sarà consegnato alla contrada vincitrice. FOTO
Sport / Perché il Palio di Siena 2 luglio 2022 non va in onda sulla Rai: il motivo del cambio
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022: il regolamento della Carriera
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022, le contrade che prenderanno parte alla Carriera di oggi
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022: il programma della giornata, gli orari