Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Fognini con i polsini arcobaleno a Toronto dopo le frasi omofobe: “Amo la comunità Lgbt”

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Ci mette una pezza dopo le polemiche alle Olimpiadi di Tokyo. Fabio Fognini, ieri, 9 agosto, è sceso in campo a Toronto con polsino e fascia arcobaleno nel match del Master 1000 contro il tedesco Jan-Lennard Struff. Il tennista italiano è riuscito a imporsi con il risultato di 6-7, 6-2, 6-4, qualificandosi per i sedicesimi di finale dove affronterà Rublev.

Come ricorderete, durante il torneo di tennis olimpico era stato travolto dalle critiche quando, dopo una serie di errori nella partita dei quarti contro il russo Medvedev, Fognini aveva urlato: “Sono un fro…o”, un auto-insulto omofobo che aveva fatto il giro dei social, provocando inevitabili polemiche. Il tennista azzurro si era poi scusato: “Il caldo dà alla testa! Nel match di oggi ho usato un’espressione davvero stupida verso me stesso. Ovviamente non volevo offendere la sensibilità di nessuno. Amo la comunità LGBT e mi scuso per la sciocchezza che mi è uscita. Ora vado in branda perché a Tokyo è notte, vi abbraccio”. Per dare seguito a queste parole, Fognini ha deciso di fare un gesto concreto indossando polsino e fascia arcobaleno, i colori che contraddistinguono la comunità LGBTQ e le sue battaglie per i diritti.

Leggi anche: Fognini contro Berrettini: “Meglio non commentare, altrimenti vado sul polemico”

Ti potrebbe interessare
Sport / Anche a Spalletti dispiace per Francesco e Ilary: “Non me l’aspettavo”
Sport / Tour de France 2022: non c’è più marcio in Danimarca
Sport / Tour de France 2022: l’apoteosi dei vesponi
Ti potrebbe interessare
Sport / Anche a Spalletti dispiace per Francesco e Ilary: “Non me l’aspettavo”
Sport / Tour de France 2022: non c’è più marcio in Danimarca
Sport / Tour de France 2022: l’apoteosi dei vesponi
Sport / Tour de France 2022: Laporte salva l’onore della Francia
Sport / Tour de France 2022: L’Hautacam consacra Vingegaard
Sport / Ciclismo, Vingegaard mette le mani sul Tour de France
Sport / Tour de France 2022: ai canadesi piacciono i Pirenei
Sport / Italia Belgio streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei di calcio femminile
Cronaca / Controllo al calciatore del Milan Bakayoko: polizia accusata di razzismo. Il video virale
Sport / Tour de France 2022: soffrono i Vesponi, vincono i Capelloni