Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport

Diritti Tv, la Lega di serie A vota la risoluzione dell’accordo con Mediapro

Immagine di copertina

Mediapro aveva offerto 1050 milioni di euro a stagione per ottenere i diritti per il triennio 2018-2021, ma l'Assemblea ha rotto l'accordo perché non ha ritenuto che le garanzie finanziarie presentate fossero sufficienti

Il 28 maggio 2018 l’Assemblea di Lega di Serie A ha votato all’unanimità la risoluzione del contratto con Mediapro, il colosso audiovisivo spagnolo che si era aggiudicato i diritti per trasmettere, come intermediario le immagini del massimo campionato di calcio italiano.

Mediapro aveva offerto 1050 milioni di euro a stagione per ottenere i diritti per il triennio 2018-2021, ma l’Assemblea ha rotto l’accordo perché non ha ritenuto che le garanzie finanziarie presentate fossero sufficienti.

Il gruppo spagnolo ha presentato una garanzia di 186 milioni,  a titolo di caparra confirmatoria, in aggiunta rispetto alla prima rata di luglio da 203 milioni, condizionata alla possibilità per Mediapro di commercializzare i diritti.

Mediapro, in sostanza, ha chiesto di attivare il procedimento che avrebbe portato al lancio del canale privato per produrre le immagini.

Ma i club di Serie A non hanno considerato le garanzie offerte sufficienti.

In questo modo, la Lega riacquista la piena titolarità dei diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021, riaprendo le trattative per la loro cessione diretta verso altri operatori.

In questo senso, si è parlato negli ultimi giorni di un’incombente offerta combinata da parte di Sky-Perform pari a circa 950-970 milioni di euro a stagione.

Nel corso dell’Assemblea della Lega Calcio di  Serie A è stata anche eletta la nuova governance.

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, e l’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, sono stati eletti in consiglio federale.

In questo modo la Lega di A torna ad avere una rappresentanza in Figc, che per ora rimane commissariata.

È stato eletto anche il nuovo consiglio della Lega di A che sarà composto da Antonello dell’Inter, Campoccia dell’Udinese, Fassone del Milan e Percassi dell’Atalanta.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI