Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 23:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

“A 20 anni ero un poveretto tutto entusiasmo, non capivo niente”: Piero Angela si racconta

Immagine di copertina
Piero Angela

Piero Angela è la voce della saggezza e lo conferma ancora una volta in un’intervista rilasciata a Vanity Fair, ospite d’onore al Premio Costa Smeralda. Il divulgatore scientifico più amato dagli italiani racconta la sua vita lunga 90 anni, fatta di soddisfazioni e felicità.

“Con gli anni cambiano la quotidianità, il peso delle cose. Se mi guardo indietro, non rimpiango i miei 20 anni: ero un poveretto tutto entusiasmo, non capivo niente”. ha riferito Piero Angela.

“Poi cresci, e studiando scopri che la maturazione fisica del cervello si completa tra i 21 e i 22, prima mancano proprio gli allacciamenti tra emozioni e razionalità. Per quello da giovani siamo folli come non saremo mai più, e ci tuffiamo a capriola dalle rocce nell’acqua ghiacciata, prima di acquisire l’esperienza e la prudenza che – nel bene o nel male – non ce lo faranno più fare”, continua il giornalista.

Piero Angela: “Insegniamo ai giovani il senso dello Stato”

In più di un’occasione, Piero Angela ha ripetuto che, nonostante i suoi 90 anni appena compiuti, continua a stupirsi di fronte alla bellezza e alla straordinarietà della vita. Da ultimo, l’emozione di vedere un nuraghe per la prima volta.

“Di buono c’è che il cervello è un serbatoio che più lo riempi più il suo spazio aumenta, e alla fine – come nel mio – ci sono tanti pezzi Lego che montano costruzioni in modo ricco, incroci, influenze, rifrazioni diventano pezzi di un mosaico che man mano che s’invecchia – anzi, che si va avanti negli anni – funziona meglio per chi ha la curiosità e la mantiene”, ha spiegato Angela.

“Ho 90 anni, e ancora progetti, e ancora stupore davanti a un nuraghe. Inutile chiedersi: ‘Che ne sarà, in futuro?’. Io ho imparato: il futuro non si può mai vedere”, ha continuato il divulgatore scientifico.

Piero Angela: “Il vero scienziato in famiglia non sono io, è Alberto” 

Una vita ricca, piena, quella di Piero Angela, sottolinea come uno degli elementi più preziosi di questi 90 anni sia stata la felicità: “La felicità è una cosa rara. Dura poco, e tende a svanire in un niente”.

“Ma felicità è tanti altri lampi: tornare a casa dall’ospedale; quella che prova l’atleta sul podio più alto, mentre va l’Inno di Mameli. È incontrare Raffaella Carrà nei corridoi Rai, vederla dopo tanto tempo. La felicità spesso ti fa piangere”, ha aggiunto ancora il papà di Super Quark.

Piero Angela contro il Governo: “Molto grave creare debito e aumentare lo spread” 

Ti potrebbe interessare
TV / Buongiorno, mamma: la trama della prossima puntata, la quarta
TV / Il sole è anche una stella: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Ulisse, il piacere della scoperta: le anticipazioni della terza puntata su Rai 1
Ti potrebbe interessare
TV / Buongiorno, mamma: la trama della prossima puntata, la quarta
TV / Il sole è anche una stella: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Ulisse, il piacere della scoperta: le anticipazioni della terza puntata su Rai 1
TV / Geostorm: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Name That Tune – Indovina La Canzone: le anticipazioni e le squadre della puntata del 5 maggio
TV / Barely Lethal – 16 anni e spia: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Zona Bianca, le anticipazioni e gli ospiti della puntata del 5 maggio 2021
TV / Chi l’ha visto?, le anticipazioni della puntata del 5 maggio 2021 su Rai 3
TV / Buongiorno, mamma: le anticipazioni (trama e cast) della terza puntata
TV / Ulisse, Il piacere della scoperta streaming e diretta tv: dove vedere la terza puntata