Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli » TV

La Casa di Carta e l’eterno ritorno dell’uguale

Immagine di copertina

La premessa è doverosa: non sopporto gli spoiler e chi ne fa e non ho certo intenzione di svelare nulla della quinta stagione de La casa di Carta, la serie spagnola più vista nel mondo dal 2017 ad oggi grazie a Netflix che ha saputo cavalcare l’onda del gradimento e si è intestata il successo producendo le uscite seguenti. Il fatto è che, ad essere sinceri, non c’è niente da svelare perché niente accade. C’è un budget evidentemente più ricco, effetti speciali da film action tiratissimo ma fatico a trovare qualcosa di caratterizzante o di inedito. Anzi, dell’obiettivo “politico” e di quegli ideali romantici degli esordi, il vero motore del disegno criminale, non c’è traccia. Così come del carattere di alcuni protagonisti, appiattito fino alla macchietta. Per il resto tra l’ultimo capitolo e i precedenti non c’è alcuna differenza, alcuna evoluzione, alcuna variazione, nemmeno un colpo di scena che sia tale e per questo inaspettato. Siamo di fronte ad uno schema che si ripete ciclico, e che vede ancora contrapposti i rapinatori con le maschere di Dalì all’interno della Banca e le forze di polizia, con innesti dell’esercito, fuori. In mezzo il solito minestrone di relazioni sgangherate, ostaggi impazziti che tentano di far saltare i piani del Professore, vari flashblack random su Berlino che non guastano mai e una morte importante ma telefonatissima, che cominci ad annusare già dal primo episodio. In sostanza potremmo fare un replay della prima, o della terza stagione e credere benissimo di stare vedendo la quinta (è successo davvero a qualcuno, lo giuro). Al momento non è dato sapere chi uscirà vivo dall’ultimo scontro, ma in attesa del finale i veri vincitori sono quelli del marketing di Netflix che hanno sadicamente spezzettato in due tranche per farci tenere il fiato sospeso fino a Dicembre.

Ti potrebbe interessare
TV / Presa Diretta: le anticipazioni della puntata di stasera, 26 febbraio 2024, su Rai 3
TV / Grande Fratello 2023-2024: le anticipazioni e ultime notizie oggi, 26 febbraio
TV / Fast e Furious 7: tutto quello che c’è da sapere sul film
Ti potrebbe interessare
TV / Presa Diretta: le anticipazioni della puntata di stasera, 26 febbraio 2024, su Rai 3
TV / Grande Fratello 2023-2024: le anticipazioni e ultime notizie oggi, 26 febbraio
TV / Fast e Furious 7: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Gloria: le anticipazioni (trama e cast) della seconda puntata
TV / Mad in Italy: le anticipazioni (cast, comici, ospiti) della sesta puntata su Rai 2
TV / Una commedia pericolosa: il film con Enrico Brignano in prima visione su Sky Cinema
TV / Gloria streaming e diretta tv: dove vedere la seconda puntata
TV / Quarta Repubblica: ospiti e anticipazioni stasera, 26 febbraio 2024
TV / Mad in Italy streaming e diretta tv: dove vedere la sesta puntata
TV / Giletti torna in Rai: “Ho invitato Fazio ma non mi ha neanche risposto”