Cose Nostre, stasera su Rai 1 la storia dei fratelli Luciani

Di Antonio Scali
Pubblicato il 8 Lug. 2020 alle 17:52
0
Immagine di copertina

Cose Nostre, stasera su Rai 1 la storia dei fratelli Luciani: anticipazioni

Torna questa sera, mercoledì 8 luglio 2020, Cose Nostre, uno speciale dedicato a Luigi e Aurelio Luciani, due fratelli trucidati da killer spietati della mafia garganica. Delle vittime innocenti, semplici e onesti contadini, che in una mattina d’estate si trovavano a lavorare come ogni giorno nei campi. Una puntata in cui si analizzerà la storia e le caratteristiche di una mafia che nata come rurale e pastorale, è arrivata a condizionare il tessuto sociale ed economico del territorio. Ecco tutte le anticipazioni.

Cose Nostre, la storia dei fratelli Luciani su Rai 1

Appuntamento dalle 22 su Rai 1 con una nuova puntata di Cose Nostre, la trasmissione che racconta le mafie e i crimini che hanno commesso. Il programma  racconta la storia e la vita di donne e uomini che si sono opposti alla violenza cieca delle mafie pagando un prezzo molto alto senza mai smettere di fare il proprio dovere. Storie di giornalisti, di manager pubblici e testimoni di giustizia. In particolare stasera, dopo lo speciale di Techetecheté dedicato ai Pooh, si racconterà la storia dei fratelli Luciani, Luigi e Aurelio, due onesti contadini uccisi dalla mafia garganica.

Una mattina d’estate i due fratelli vennero inseguiti per centinaia di metri e uccisi. La strage del 9 agosto del 2017 nei pressi della stazione dismessa di San Marco in Lamis, in cui morirono anche il boss Mario Luciano Romito, vero obiettivo dell’agguato, e suo cognato, accese improvvisamente i riflettori su quella che viene chiamata la quarta mafia. Una mafia antica che da rurale e pastorale si è arricchita attraverso la rotta balcanica con il traffico di armi e droga fino a infiltrarsi negli appalti pubblici e a condizionare l’economia dell’intero territorio.

Cose Nostre è un programma ideato dalla giornalista Emilia Brandi, curato dalla regia di Raffaele Maiolino e scritto da Vincenza BertiFederico LodoliCarlo Puca e  Sergio Leszczynski. Parlando del ritorno di Cose nostre su Rai 1, Brandi spiega: “Nelle scorse edizioni sono stati indagati anche questi rapporti e i legami massoneria-mafia-politica. Varie volte ci siamo resi conto che in molti territori, paesi, città, mancano prefetture, commissariati, agenti. Bisogna investire nella lotta alla mafia, potenziare le strutture esistenti, aiutare chi rischia la vita tutti i giorni per combatterla e arrestare piccoli e grandi boss”. Appuntamento dunque questa sera, 8 luglio 2020, su Rai 1 dalle 22 con Cose Nostre.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.