Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli » TV

Giornalista del Tg1: “Per punirmi mi hanno messo in stanza con un collega che soffre di flatulenza”

Immagine di copertina

Una punizione che fa discutere. In stanza con un collega che ha problemi di flatulenza ed eruttazioni. Questa la punizione che sarebbe stata inflitta a Dania Mondini, conduttrice del Tg1, secondo quanto dichiarato dalla stessa giornalista. La cronista ha denunciato i suoi superiori e il caso è finito in procura, a Roma. Il pm ha aperto un fascicolo per stalking mettendo nel mirino i cinque “giornalisti – dirigenti” indicati dalla Mondini. Si tratta di Filippo Gaudenzi, Marco Betello, Piero Felice Damosso, Andrea Montanari e Costanza Crescimbeni.

All’epoca dei fatti, siamo nel 2018, i giornalisti denunciati ricoprivano posizioni di vertice all’interno del Tg1. Mondini avrebbe avuto delle frizioni con questi importanti colleghi all’interno della redazione del telegiornale di Rai 1. I cinque, secondo la ricostruzione della cronista, per ridimensionare la giornalista avrebbero deciso di metterla in stanza con un collega che non riesce a trattenere i peti e i rutti. La Mondini a quel punto non ci sta e oppone un rifiuto “motivato all’ordine di servizio”. In poche parole si rifiuta di trasferirsi nella stanza con il collega che ha problemi di flatulenza.

In seguito la giornalista avrebbe subito tutta una serie di altre ritorsioni, come doversi occupare di servizi brevi e banali o violente aggressioni verbali a causa di piccoli errori durante la conduzione del telegiornale. Mondini decide quindi di denunciare tutto in procura, produce referti medici che provano lo stress patito a causa dei demansionamenti e vengono ascoltati come testimoni alcuni colleghi del Tg1. Cinque di loro sostengono che non c’è stata alcuna persecuzione nei confronti della Mondini. Mentre una sola collega sposa la versione della cronista-vittima.

Alla fine la procura decide di chiedere l’archiviazione del caso: non c’è stalking bisogna valutare, al massimo, l’ipotesi di mobbing. Nessun reato, quindi, al massimo la vicenda dovrebbe essere risolta al tribunale civile. A questo punto accade un vero e proprio colpo di scena. La procura generale, fatto più unico che raro, si mette di traverso. Il pg Marcello Monteleone avoca a sé l’inchiesta, togliendola di fatto al pm, e decide di continuare a indagare per stalking i cinque giornalisti della Rai. La vicenda, e soprattutto l’inchiesta, è tutt’altro che giunta al capolinea.

Ti potrebbe interessare
TV / Quarta Repubblica: ospiti e anticipazioni stasera, 16 maggio 2022
TV / Chi era Antonio Maglio, il medico interpretato da Flavio Insinna in A muso duro
TV / Isola dei Famosi 2022: le anticipazioni sulla puntata di oggi, 16 maggio
Ti potrebbe interessare
TV / Quarta Repubblica: ospiti e anticipazioni stasera, 16 maggio 2022
TV / Chi era Antonio Maglio, il medico interpretato da Flavio Insinna in A muso duro
TV / Isola dei Famosi 2022: le anticipazioni sulla puntata di oggi, 16 maggio
TV / A muso duro: quante puntate, durata e quando finisce
TV / A muso duro: la trama (storia vera) del film su Antonio Maglio (Flavio Insinna)
TV / A muso duro: il cast (attori) della fiction con Flavio Insinna
TV / A muso duro streaming e diretta tv: dove vedere il film-tv con Flavio Insinna
TV / Made in Sud 2022, anticipazioni (cast, conduttori e comici) della quinta puntata
TV / Ghostbusters – Legacy: trama, cast, trailer e streaming del film su Sky Cinema
TV / A che ora inizia A muso duro: l’orario della messa in onda su Rai 1