Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Le cascate di Sai Yok Noi, nel Parco Nazionale Sai Yok: ecco dove si trovano | Pechino Express 2020

La terza puntata di Pechino Express ci porta ancora in giro per le bellezze della Thailandia

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 25 Feb. 2020 alle 17:23 Aggiornato il 25 Feb. 2020 alle 17:23
0
Immagine di copertina
Fonte: wikivoyage

Le cascate di Sai Yok Noi, nel Parco Nazionale Sai Yok: ecco dove si trovano | Terza tappa di Pechino Express 2020

Durante la terza tappa di Pechino Express 2020, in onda martedì 25 febbraio su Rai 2, vedremo i concorrenti visitare un posto dall’incredibile bellezza: le cascate di Sai Yok Noi, all’interno del Parco Nazionale Sai Yok, un luogo da fiaba gettonatissimo tra i turisti che visitano la Thailandia.

Ma dove si trovano? E cosa c’è da vedere? Scopriamolo insieme.

Pechino Express 2020, dove si trovano le cascate di Sai Yok Noi

Inaugurato nel 1980, il Parco Nazionale Sai Yok è una meta turistica molto ambita e custodisce le meravigliose cascate di Sai Yok Noi. Localizzato a circa 98 chilometri da Kanchanaburi, il parco è una riserva naturale racchiusa all’interno di oltre 300 chilometri quadrati.

Oltre alle cascate di Sai Yok Noi, che unisce le sue acque al flusso di cascate minori, all’interno del parco è possibile ammirare anche Sai Yok Yai, una cascata alta dieci metri.

Ai piedi di una delle due cascate è presente un laghetto che i turisti popolano per trovare un po’ di refrigerio durante i giorni d’estate per poi scovare la grotta di Sai Yok Cave, a due chilometri di distanza da dove sgorgano le cascate. Ad oggi, le grotte sono state chiuse. Tra le più famose c’è la grotta di Lawa, che si trova sulla riva del fiume, di 500 metri dove si possono osservare pipistrelli, stalagmiti e stalattiti.

Il Parco è al confine con la Birmania ed è uno dei parchi nazionali più importanti della Thailandia, motivo per cui è molto visitato.

Secondo le leggende locali, il re Rama V fece un bagno in una delle cascate e da quella visita li parco ottenne un concreto riconoscimento.

Nelle vicinanze, è possibile visitare anche altri siti d’interesse come Krasae Cave, un piccolo tempio buddista collocato accanto a un tratto di binari del Treno della Morte (si vedono pezzi della linea ferroviaria costruita durante la Seconda Guerra Mondiale); a ovest, invece c’è una piccola isola di stalattiti, detta Dawadung Cave.

La zona in provincia di Kanchanaburi è ricca di spunti, i turisti che amano fare escursioni saranno felici di trovare il fiume Kwai a loro disposizione.

Come arrivare al Parco Nazionale di Sai Yok? Esistono diverse opzioni: prendere il treno dalla città di Kanchanaburi (attraverso la Ferrovia della Morte) oppure prendere un autobus alla stazione centrale, noleggiare una moto e guidare verso il parco. Si può anche viaggiare lungo il fiume, labarca parte dal molo di Pak Saeng e arriva direttamente alla cascata di Sai Yok Yai e alla grotta di Lawa.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.