Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

Chi era Andrea del Verrocchio, il maestro di Leonardo

Immagine di copertina

Chi era Andrea del Verrocchio, il maestro di Leonardo

Chi era Andrea del Verrocchio, il maestro di Leonardo da Vinci interpretato nella serie tv da Giancarlo Giannini? Andrea di Michele di Francesco di Cione detto Il Verrocchio (Firenze, 1435-Venezia, 1488) è stato uno scultore, pittore e orafo italiano. Attivo soprattutto alla corte di Lorenzo de’ Medici, alla sua bottega si formarono allievi come Leonardo da Vinci, Sandro Botticelli, Pietro Perugino, Domenico Ghirlandaio, Francesco Botticini, Francesco di Simone Ferrucci, Lorenzo di Credi, Bartolomeo della Gatta.

Andrea del Verrocchio (che abbiamo visto nella serie tv Leonardo) nacque a Firenze tra il 1434 e il 1437 nella parrocchia di Sant’Ambrogio (la sua casa natale si trova oggi tra via dell’Agnolo e via de’ Macci). Sua madre Gemma mise al mondo otto figli, Andrea fu il quinto. Il padre, Michele di Cione, era fabbricante di piastrelle e successivamente esattore delle tasse. Andrea non si sposò mai e dovette provvedere al sostentamento di alcuni tra i suoi fratelli e sorelle. La sua notorietà crebbe notevolmente quando venne accolto alla corte di Piero e Lorenzo de’ Medici, dove rimase fino a pochi anni prima della sua morte, quando si spostò a Venezia, pur mantenendo la sua bottega fiorentina.

Il primo documento che lo cita risale al 1452 ed è relativo ad una rissa dove egli risulta innocente dall’accusa di avere ucciso con un sasso un ragazzo quattordicenne, tale Antonio di Domenico. Suo fratello Simone fu un monaco di Vallombrosa e divenne abate di San Salvi. Andrea del Verrocchio iniziò a lavorare come orafo, nella bottega di Giuliano Verrocchi, dal quale sembra che Andrea abbia in seguito preso il cognome. I suoi primi approcci alla pittura risalirebbero al 1460 quando lavorò a Prato con Fra Filippo Lippi nel coro del Duomo. Resta famosa una denuncia anonima di sodomia che coinvolse quello che diventerà probabilmente il più famoso tra gli allievi di Andrea del Verrocchio: il giovane Leonardo da Vinci.

Ti potrebbe interessare
TV / Terremoto a Rai Sport: ecco i nomi in lizza per la nuova direzione
TV / Fuori dal coro: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera, martedì 28 settembre 2021
TV / Morgane – Detective geniale: anticipazioni (trama e cast) della terza puntata
Ti potrebbe interessare
TV / Terremoto a Rai Sport: ecco i nomi in lizza per la nuova direzione
TV / Fuori dal coro: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera, martedì 28 settembre 2021
TV / Morgane – Detective geniale: anticipazioni (trama e cast) della terza puntata
TV / Voglio essere un mago streaming e diretta tv: dove vedere la seconda puntata del reality-talent show
TV / DiMartedì, le anticipazioni e gli ospiti della puntata di stasera 28 settembre 2021 su La7
TV / Cartabianca: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera 28 settembre su Rai 3
TV / Viaggio al centro della Terra: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Voglio essere un mago: le anticipazioni della seconda puntata su Rai 2
TV / Buoni o cattivi: anticipazioni e ospiti della puntata di oggi, 28 settembre
TV / Morgane – Detective geniale streaming e diretta tv: dove vedere la terza puntata