Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Sanremo 2019, il look di Ornella Vanoni al Festival

Di TPI
Pubblicato il 10 Feb. 2019 alle 00:00 Aggiornato il 10 Feb. 2019 alle 12:26
0
Immagine di copertina
Ornella Vanoni

Ornella Vanoni è un’artista che non ha bisogno di presentazioni. La sua carriera è partita negli anni Cinquanta e da allora non si è mai fermata. La celebre cantante torna al Festival di Sanremo, in veste di ospite della terza puntata, dopo aver gareggiato lo scorso anno con Bungaro e Pacifico.

Ornella Vanoni è salita sul palco con un abito rosso. La presentatrice Virginia Raffaelle commenta: “Ma è lo stesso vestito dell’anno scorso”.

Ornella Vanoni è uno dei pilastri della musica italiana. Ma, oltre a cantare, ha anche preso parte a diversi film come “L’idiota”, “La fidanzata del bersagliere” e “Rugantino”. Facciamo un rapido resoconto della sua carriera, in vista della sua presenza a Sanremo 2019.

Ornella Vanoni carriera | Vita privata

Curiosa e anticonformista, Ornella Vanoni è nata a Milano il 22 settembre 1934.

I suoi esordi vanno di pari passo alla relazione avuta con Giorgio Strehler, che ha conosciuto all’Accademia di arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano. Ha vissuto un’intensa storia d’amore con Gino Paoli in seguito al matrimonio con Lucio Ardenzi; da quest’ultimo ha avuto il suo unico figlio Cristiano.

Di Gino Paoli, la cantante ha confessato a Vanity Fair che il loro rapporto “è stato un casino, un amore molto travagliato e forse ho amato Paoli così tanto proprio per questo. Non lo possedevo, non lo avevo. Quando non hai una persona sei portato a credere che l’amore più grande sia quello che ti fa soffrire di più”.

Ornella Vanoni | Carriera | Discografia

Il suo stile musicale è cambiato soprattutto nei primi anni di carriera. Tra i suoi brani più celebri negli anni del debutto non possiamo dimenticare “Tu si ‘na cosa grande” classificatosi al primo posto al Festival di Napoli, “Io ti darò di più” e “La musica è finita” presentati al Festival di Sanremo 1966 e 1967.

Sul palco dell’Ariston è salita 9 nove (otto come concorrente e una come ospite). La prima esperienza è stata nel 1965 con il brano “Abbracciami forte”, a cui sono seguiti “Io ti darò di più” (1966), “La musica è finita” (1967), “Casa Bianca” (1968), “Eternità” (1970), “Io come farò” (1989), “Alberi” (1999) e il più recente “Imparare ad amarsi” (2018). Nel 2009, invece è stata ospite della quarta serata cantando “Egocentrica” e “Una ragione di più”.

Gli album di Ornella Vanoni sono stati pubblicati, oltre che in Italia, anche in Austria, Spagna, Portogallo, Turchia, Grecia, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito, Brasile, Argentina, Messico e Perù. In Italia, sono stati pubblicati ben 53 album in tutta la sua carriera. Il primissimo, intitolato semplicemente “Ornella Vanoni”, è uscito nel 1961.

Nel 1973, la cantante ha fondato la sua casa discografica “Vanilla”. Grazie al sodalizio con Sergio Bardotti, Ornella Vanoni ha realizzato grandi successi nella sua carriera pubblicando brani come “La voglia, la pazzia, l’incoscienza e l’allegria”.

Il suo look è stato rielaborato da stilisti del calibro di Gianni Versace, tramutandola da ragazza sex simbol a donna matura e moderna.

Nel 1984 ha realizzato il disco live “Insieme” con Gino Paoli, con la simbolica canzone “Ti lascio una canzone”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.