Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

Chi era Luis Alberto Spinetta, l’artista a cui è ispirato il doodle di Google

Immagine di copertina

Chi era Luis Alberto Spinetta, doodle di Google oggi 23 gennaio 2020

LUIS ALBERTO SPINETTA – Oggi, giovedì 23 gennaio 2020, Google ha deciso di dedicare il suo doodle a Luis Alberto Spinetta, cantante, chitarrista, compositore, tastierista e bassista argentino, considerato spesso il fulcro della scena rock sudamericana.

Artista che negli ultimi anni ha assunto una posizione di primo piano in particolare in Argentina dove il Congresso della Nazione ha istituito, per mezzo della legge 27.106, il 23 gennaio, giorno della nascita di Spinetta, come il Día Nacional del Músico (Giornata nazionale del musicista).

Chi era Luis Alberto Spinetta

Il musicista argentino nasce a Buenos Aires (per la precisione nel barrio di Núñez) il 23 gennaio 1950. Città in cui muore l’8 febbraio 2012, all’età di 62 anni, a causa di un cancro ai polmoni diagnosticato nel luglio del 2011.

Luis Alberto Spinetta è considerato uno dei padri del rock argentino insieme ad artisti come Lito Nebbia, Javier Martínez, Moris e Tanguito. Fu leader del gruppo musicale rock Almendra dal 1969 al 1980, considerata come una delle più prestigiose band del rock argentino. Era conosciuto anche con i soprannomomi di “El flaco” (“Il magro”), Luigi o Luisito.

Discografia

Di seguito la discografia di Luis Alberto Spinetto:

Almendra

Almendra (1969)
Almendra II (1970)
El Valle Interior (1980)
Almendra en Obras I/II (1980, live)

Pescado Rabioso

Desatormentándonos (1972)
Pescado II (1973)
Artaud (1973)

Invisible

Estado de coma (1974, SP)
Invisible (1974)
La llave de Mandala (1974, SP)
Viejos ratones del tiempo (1974, SP)
Durazno Sangrando (1975)
El Jardín de los Presentes (1976)

Spinetta Jade

Alma de Diamante (1980)
Los Niños Que Escriben En El Cielo (1981)
Bajo Belgrano (1983)
Madre en Años Luz (1984)
Spinetta y los Socios del Desierto
Socios del Desierto (1996)
San Cristóforo (1998, live)
Los Ojos (1999)

Solo

Spinettalandia y Sus Amigos – La Búsqueda de la Estrella (1971)
Artaud (1973, con i Pescado Rabioso)
A 18´ del Sol (1977)
Only Love Can Sustain (1979)
Kamikaze (1982)
Mondo Di Cromo (1982)
Privé (1986)
La La La (1986 con Fito Páez)
Téster de Violencia (1988)
Don Lucero (1989)
Exactas (1990, live)
Pelusón Of Milk (1991)
Fuego Gris (1993, soundtrack)
Estrelicia (1997, MTV Unplugged)
San Cristóforo: Un Sauna de Lava Eléctrico (1998, Live)
Elija y Gane (1999, greatest hits)
Silver Sorgo (2001)
Argentina Sorgo Films Presenta: Spinetta Obras (2002)
Para los Árboles (2003)
Camalotus (2004)
Pan (2006)
Un Mañana (2008)
Spinetta y las Bandas Eternas (2010, Live)

Curiosità

La musica di Luis Alberto Spinetta ancora oggi riscuote un enorme successo in Argentina. Insomma, ha reso l’artista immortale. A lui si sono ispiranti tantissimi artisti, ma non solo. Nel 2019 un ingegnere informatico argentino ha infatti creato un programma di intelligenza artificiale in grado di creare canzoni che prendano come riferimento lo stile di Luis Alberto Spinetta.

Ti potrebbe interessare
Musica / Nuovo record per i Maneskin: sono gli italiani più ascoltati al mondo
Musica / I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones e infiammano Las Vegas
Musica / Fedez, spopola il video “Morire, morire” in cui viene pestato da fascisti e pugnalato da un prete
Ti potrebbe interessare
Musica / Nuovo record per i Maneskin: sono gli italiani più ascoltati al mondo
Musica / I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones e infiammano Las Vegas
Musica / Fedez, spopola il video “Morire, morire” in cui viene pestato da fascisti e pugnalato da un prete
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”
Musica / “Promuovi La Tua Musica”, il 12 settembre a Roma la prima tappa del contest
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”