Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

Michela Murgia contro Amadeus: “L’edizione di Sanremo mai così sessista”

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 13 Feb. 2020 alle 16:07 Aggiornato il 13 Feb. 2020 alle 16:51
701
Immagine di copertina

Michela Murgia ospite di Daria Bignardi nel programma “L’Assedio” non ha peli sulla lingua e spara a zero sulla direzione del Festival di Sanremo.

“Sanremo è da sempre una cornice sessista, ma quest’anno si è superato. La fidanzata di Valentino Rossi è stata invitata in qualità di accessorio di uno famoso, il sessismo in questo Paese è una cosa serissima e compromette il diritto alla parità di una metà della cittadinanza”, afferma la scrittrice.

Michela Murgia, nota per essere un’accanita difensora dei diritti delle donne ha commentato il modo in cui è stato presentato il festival e come è stata gestita la presenza femminile.

La scrittrice ne ha per tutti: per la Rai, per la direzione artistica e organizzativa del festival che tratta le conduttrici come soprammobili e parla ancora di “presenza femminile” e “donne bellissime”.

Ma l’attacco arriva anche per Amadeus, che alla conferenza stampa di presentazione del festival aveva dato scalpore a causa di alcune espressioni utilizzate per introdurre le vallette della kermesse.

“Lo trattiamo come un figlio con dei limiti, è brutto. ‘Non voleva, non intendeva, non lo ha fatto per male’. Nelle sue cose è bravissimo, ma nel momento in cui fai una gaffe, perché arrampicarsi sugli specchi? Ti rispetto di più se dici di aver detto una cazzata e chiedi di far finta che non abbia detto nulla”.

La scrittrice ha voluto fermare l’ondata giustificazionista che era seguita alla gaffe del presentatore. Ma la battuta piccata è arrivata anche per Fiorello:

“Che tu ne rida o lo minimizzi, parlando di manismo, bacismo e fiorismo, è tutto un modo per dire che il sessismo è una cosa da ridere, da burletta, che sono queste femministe che non si depilano a essere fissate con l’idea che le donne non abbiano diritti in questo Paese. Vorrei vedere se una donna presentasse Sanremo e proponesse come contorno due o tre uomini che sono lì perché fidanzati di una donna”.

Amadeus aveva parlato in questi termini di Francesca Sofia Novello, una delle donne che lo ha affiancato sul palco dell’Ariston: “Francesca ad esempio è una ragazza molto bella, sappiamo ovviamente essere la fidanzata di un grande Valentino Rossi, ma è stata scelta da me perché… vedevo che… intanto la bellezza… ma la capacità di stare vicino a un grande uomo stando un passo indietro (…). Mi piaceva essere il primo a portarla sul palco di Sanremo”.

E proprio sulla modella Francesca Sofia Novello arriva anche la stoccata di Michela Murgia: “Invitata in qualità di accessorio di un uomo famoso? È grave. Quel palco è quello della trasmissione più vista in tutto il paese nell’arco dell’anno. È il luogo dove si mette in scena una rappresentazione sociale. E se la tua idea della donna è ancora quella che sia un accessorio di un uomo, e se non fosse chiaro, lo chiarisci pure… Quella roba lì la sentono: quelle che non sono d’accordo si sentono frustrate […], quelle che non hanno un’idea chiara del ruolo della donna in questa società dicono “per arrivare in un punto visibile devo avere accanto un uomo più visibile di me”.

Leggi anche:

“Le donne un passo indietro”: tutti i meme contro Amadeus sessista

Sanremo, ecco perché la frase di Amadeus su Francesca Sofia Novello non è sessista (di A. Scali)

No Amadeus, la bellezza non è un merito. A Sanremo stai mortificando le donne (di E. Serafini)

701
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.