Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli

L’Ucraina non ospiterà l’Eurovision Song Contest 2023: “Non ci sono le garanzie di sicurezza”

Immagine di copertina

Non si svolgerà in Ucraina il prossimo Eurovision Song Contest, nonostante la vittoria quest’anno a Torino della Kalush Orchestra. La decisione è stata resa ufficiale in questi minuti sul sito dell’Eurofestival. Per questioni di sicurezza e visto il perdurare del conflitto, l’Ucraina non potrà ospitare la kermesse musicale. Subito dopo la vittoria della band di “Stefania”, il presidente Zelensky aveva ipotizzato di organizzare l’edizione 2023 a Mariupol, ma purtroppo non sarà così.

“È diventata una tradizione ben nota che il vincitore dell’Eurovision Song Contest ospiterà il concorso l’anno successivo, purché si rispettino alcuni criteri tra cui la garanzia della fattibilità della messa in scena dell’evento e la sicurezza di tutte le parti interessate, compreso il pubblico, che deve essere soddisfatto”, si legge nel comunicato ufficiale apparso sul sito dell’Eurovision.

“L’Eurovision Song Contest è una delle produzioni televisive più complesse al mondo con migliaia di persone che lavorano e partecipano all’evento e 12 mesi di tempo di preparazione necessari”. Quindi il comunicato ufficiale: “A seguito di un’analisi obiettiva, il gruppo di riferimento, il consiglio di amministrazione del CES, ha concluso con profondo rammarico che, date le attuali circostanze, le garanzie di sicurezza e di funzionamento richieste per ospitare un’emittente, organizzare e produrre l’Eurovision Song Contest sotto le regole ESC non può essere soddisfatta da UA: PBC”.

Sfumata dunque l’ipotesi Ucraina, ancora alle prese con la drammatica invasione russa, bisognerà trovare una nuova casa per l’Eurovision 2023. In pole position ci sarebbe il Regno Unito, che si è qualificato al secondo posto. “A seguito di questa decisione, in conformità con le regole e per garantire la continuità dell’evento, l’UER inizierà ora le discussioni con la BBC per ospitare l’Eurovision Song Contest 2023 nel Regno Unito, paese arrivato secondo nell’ultima edizione”. Sembra dunque remota al momento l’ipotesi di una seconda edizione italiana, dopo l’ottima organizzazione della Rai e di Torino.

Ti potrebbe interessare
TV / Il Volo – Tributo a Ennio Morricone (replica) streaming e diretta tv: dove vederlo
TV / Il Volo – Tributo a Ennio Morricone: tutto sul concerto in replica su Rai 1
TV / Matrimonio alle Bahamas: tutto quello che sappiamo del film su Rete 4
Ti potrebbe interessare
TV / Il Volo – Tributo a Ennio Morricone (replica) streaming e diretta tv: dove vederlo
TV / Il Volo – Tributo a Ennio Morricone: tutto sul concerto in replica su Rai 1
TV / Matrimonio alle Bahamas: tutto quello che sappiamo del film su Rete 4
TV / Burlesque: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Tu si que vales: le anticipazioni sulla puntata in replica stasera, 2 luglio 2022
TV / Inganno letale: tutto quello che sappiamo del film su Rai 2
TV / Transformers 3: tutto sul film in onda su Italia 1
TV / Tu si que vales (replica) streaming e diretta tv: dove vedere il programma
TV / Alighieri Durante detto Dante: il racconto narrato dal prof. Barbero
Sport / Palio di Siena 2 luglio 2022 streaming e diretta tv: dove vedere la Carriera