Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli » Cinema

“Terra Mia”: il docufilm di Ambrogio Crespi il 27 luglio a San Luca (Reggio Calabria)

Immagine di copertina

Riparte da San Luca, in provincia di Reggio Calabria, il tour del docufilm “Terra Mia, non è un Paese per santi”. Il 27 luglio alle 21,00 in piazza della Resistenza il regista Ambrogio Crespi presenterà la sua opera ai cittadini con la presenza dei protagonisti della pellicola.

Tra questi il giornalista Klaus Davi, il parroco anticamorra Don Luigi Merola  (fondatore de “A voce d’e creature”), i testimoni di giustizia Benedetto Zoccola e Augusto Di Meo, il tenente dei carabinieri Cosimo Sframeli, la professoressa Mimma Cacciatore, nota anche come “preside coraggio”, il giornalista Michele Inserra.

E poi Vincenzo Chindamo, fratello di Maria Chindamo, uccisa dalla Ndrangheta nel 2015; Deborah Cartisano, referente “Libera” per la Locride e figlia di vittima della Ndrangheta; Gennaro Migliore, deputato di Italia Viva già sottosegretario della Giustizia e membro della commissione antimafia; Francesco Storace, vicedirettore de Il Tempo; Gian Marco Chiocci, direttore dell’AdnKronos; Sandro Gozi, europarlamentare; Andrea Nicolosi, avvocato; e il sindaco Bruno Bartolo, che ha patrocinato l’evento.

San Luca viene ricordata alle cronache per la faida tra famiglie della Ndrangheta iniziata nel lontano 1991 e per la strage di Duisburg. Nel film Ambrogio Crespi ha voluto percorrere un viaggio per raccontare il riscatto di un territorio che non si piega e non abbassa la testa, ma che anzi, grazie al coraggio di uomini e donne di grande valore riesce a riportare la legalità al centro della vita sociale, combattendo contro una delle più feroci organizzazioni criminali del mondo.

“Attraverso le testimonianze dirette di chi vive e combatte in prima linea questa battaglia, Terra Mia diventa un manifesto di come con coraggio si possa riuscire a sconfiggere la vigliaccheria della mafia, della camorra e dell‘ndrangheta, che trovano nella violenza, nell’ignoranza e nella paura il terreno fertile per costruire il loro impero del male”, dichiara Crespi.

Ti potrebbe interessare
Cinema / Al cinema Aquila il film evento “L’anno dell’uovo”
Cinema / In vendita la casa di “Mamma, ho perso l’aereo”. Ma solo pochi se la possono permettere
Cinema / Morto il regista e produttore Roger Corman: aveva 98 anni
Ti potrebbe interessare
Cinema / Al cinema Aquila il film evento “L’anno dell’uovo”
Cinema / In vendita la casa di “Mamma, ho perso l’aereo”. Ma solo pochi se la possono permettere
Cinema / Morto il regista e produttore Roger Corman: aveva 98 anni
Cinema / Warner Bros annuncia due nuovi film ispirati a “Il Signore degli Anelli”: coinvolto anche Peter Jackson
Cinema / “Segnali di vita”: in esclusiva su TPI una clip del film di Leandro Picarella
Cinema / Chiara Ferragni attrice nel film sulla Maserati? Il produttore: “Lo sapremo a breve”
Cinema / È morta Paola Gassman, primogenita di Vittorio: aveva 78 anni
Cinema / Gli attori italiani fanno causa a Netflix: “Basta compensi irrisori”
Cinema / “Food for profit” è un successo: incassati 300mila euro in un mese
Cinema / Il ritorno di Kevin Spacey: il premio Oscar recita in un film scritto da Eva Henger