Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli » Cinema

IT 2, il trailer del secondo capitolo ci riporta a Derry: Pennywise non è mai andato via

 

IT 2 trailer: Pennywise è tornato nel video del secondo capitolo

“Succede qualcosa quando si lascia la città, più ci si allontana più tutto si sfoca. Ma io sono rimasto, ricordo tutto di IT”, così attacca il primo e attesissimo trailer del secondo capitolo di IT.

Arrivato dapprima in lingua originale in occasione del San Diego Comic-Con 2019, appuntamento annuale con gli appassionati del mondo dell’intrattenimento, il primo trailer di IT 2 ha finalmente colmato l’ansia dei suoi fan.

I perdenti si ritrovano dopo 27 anni ingabbiati nella stessa atroce realtà di quand’erano ragazzini, con la differenza che adesso sono cresciuti, ognuno ha la sua vita e non hanno più l’innocenza di un tempo.

IT 2 trailer | Pennywise non è mai andato via

“Abbiamo giurato, che se IT non è morto e semmai dovesse tornare, torneremo anche noi”. Non l’abbiamo fermato il clown, Pennywise. No, non è stato fermato, perché lui è ancora lì, nell’ombra, pronto a mietere una vittima dopo l’altra, bambini innocenti come Georgie che non avrebbero mai immaginato di perdere la vita a causa di un pagliaccio che si annida nelle fogne.

“Per 27 anni vi ho sognato, vi ho desiderato, vi ho aspettato”, sogghigna Pennywise, ricordandoci che l’ambientazione del nuovo film, seppur famigliare, è andata avanti nel tempo. Siamo a Derry, una Derry diversa da quella di 27 anni prima con protagonisti ormai maturi, cresciuti, non più bambini.

Sono cambiati, ma i protagonisti non dimenticano la promessa fatta. Del resto, neanche Pennywise li ha mai dimenticati. Il trailer anticipa sangue, inseguimenti e tanta sete di vendetta, uniti a tanti palloncini rossi: un marchio di fabbrica per IT.

Il seguito di IT arriverà a settembre nelle sale ed è tratto dal celebre e omonimo romanzo di Stephen King, il re dell’horror. Alla regia di questo secondo capitolo si conferma Andy Muschietti (che ha diretto anche il primo) e il gruppo dei perdenti, questa volta in età adulta, tornerà a Derry: Bill, Richie, Bev, Stan, Ben e Eddie proveranno a sconfiggere definitivamente Pennywise.

Scoprite il gran finale, il secondo capitolo di IT, dal 5 settembre 2019 al cinema distribuito da Warner Bros.

Ti potrebbe interessare
Cinema / Cannes, donna in topless sul red carpet per protesta contro gli stupri in Ucraina | VIDEO
Cinema / Festival di Cannes, il film d’apertura toglie la “Z” dal titolo dopo le proteste ucraine
Cinema / Sundown, in esclusiva su TPI una clip del film di Michel Franco
Ti potrebbe interessare
Cinema / Cannes, donna in topless sul red carpet per protesta contro gli stupri in Ucraina | VIDEO
Cinema / Festival di Cannes, il film d’apertura toglie la “Z” dal titolo dopo le proteste ucraine
Cinema / Sundown, in esclusiva su TPI una clip del film di Michel Franco
Cinema / "La polizia era pronta ad arrestare Will Smith": la rivelazione del produttore della notte degli Oscar
Cinema / “Sono disgustato”: la durissima reazione di Jim Carrey allo schiaffo di Will Smith
Cinema / “Sono fiera di come sia fatto mio figlio”: la madre di Will Smith commenta lo schiaffo agli Oscar
Cinema / “È una vita che lotto per non sentirmi un codardo”: cosa si nasconde dietro lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock
Cinema / Le prime parole di Jada Pinkett dopo lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock
Cinema / Lunana: in anteprima su TPI una clip del film candidato agli Oscar in uscita il 31 marzo
Cinema / “Will Smith è malato di mente”: la pesantissima accusa nei confronti dell’attore dopo lo schiaffo agli Oscar