Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli

Il discorso di Brad Pitt ai Golden Globe 2020, con DiCaprio ricorda Titanic: “Io ti avrei fatto spazio su quella porta”

Immagine di copertina

Golden Globe 2020, il discorso di Brad Pitt tra ironia, dolcezza e l’inno alla gentilezza

Sono trascorsi 24 anni dall’ultima volta, ma è come se fosse la prima. Brad Pitt ha ricevuto il Golden Globe come miglior attore non protagonista per l’interpretazione di Cliff Booth in “C’era una volta… a Hollywood“, il nono film di Tarantino (premiato come miglior sceneggiatura e miglior film commedia) e sul palco ha voluto ringraziare in particolare un compagno di viaggio.

Nel film, infatti, Pitt recita al fianco di Leonardo DiCaprio e ha scelto di ringraziarlo parlando anche del tanto ambito Oscar, arrivato dopo anni e anni di agonia, con The Revenant. “Volevo ringraziare il mio complice in questa avventura, LDC ( Leonardo DiCaprio). Prima di The Revenant guardavo anno dopo anno gli attori nominati assieme a lui ritirare premi, alzarsi e ringraziarlo di cuore e so perché. Lui è una star di serie A, un gentiluomo. Non sarei qui senza di te, amico, grazie”.

Ma, a condire il tutto, una frecciatina poco velata al celebre film Titanic che ha consacrato DiCaprio al grande schermo: “Detto questo, vorrei aggiungere che io ti avrei fatto spazio su quella porta”, qui Pitt si riferisce all’indelebile scena finale del film drammatico, in cui Jack perde la vita per salvare Rose dalle acque gelide dell’oceano.

Brad Pitt stronca la cronaca rosa, l’inno alla gentilezza

Brad Pitt, che 24 anni fa veniva premiato per il film L’esercito delle 12 scimmie, torna indietro nel tempo nel suo discorso. “Quando ho cominciato questo mestiere i nomi di Al Pacino, di Joe Pesci e di Anthony Hopkins erano degli dei per me, e ci tengo a dire che è un gradissimo onore aver condiviso questa nomination insieme a loro. Sono qui per mostrare tutto il mio rispetto per voi”.

Infine, chiudendo il suo discorso, Pitt strizza l’occhio alla cronaca rosa e mette in chiaro il suo status da single: “Stasera volevo portare qui mia mamma, ma ogni volta che ho una donna al mio fianco poi dicono che stiamo insieme. Se potete essere gentili con le persone, provate a farlo davvero”.

Nel frattempo, sui social impazzano i meme che ritraggono Jennifer Aniston, seduta tra il pubblico dei Golden Globe, che osserva, rapita, l’ex marito mentre tiene il discorso sul palcoscenico.

Ti potrebbe interessare
TV / Verissimo, gli ospiti e le anticipazioni della puntata in onda oggi, sabato 2 marzo 2024
TV / Ascolti tv venerdì 1 marzo: The Voice Senior, Terra amara, Dune
Spettacoli / Sanremo 2025, il toto-nomi: da Alessandro Cattelan a Paolo Bonolis. E spunta l’ipotesi Gigi D’Alessio
Ti potrebbe interessare
TV / Verissimo, gli ospiti e le anticipazioni della puntata in onda oggi, sabato 2 marzo 2024
TV / Ascolti tv venerdì 1 marzo: The Voice Senior, Terra amara, Dune
Spettacoli / Sanremo 2025, il toto-nomi: da Alessandro Cattelan a Paolo Bonolis. E spunta l’ipotesi Gigi D’Alessio
TV / Propaganda live: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera, venerdì 1 marzo 2024
TV / Terra amara: le anticipazioni (trama e cast) della puntata di oggi, 1 marzo
TV / The Voice Senior 2024, le anticipazioni della terza puntata del 1 marzo
TV / Dune: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Terra amara streaming e diretta tv: dove vedere la serie su Canale 5 in prima serata
TV / The Voice Senior 2024 streaming e diretta tv: dove vedere il talent show di Antonella Clerici
TV / Un giorno in pretura: tutto quello che c’è da sapere sulla puntata di oggi, 1 marzo