Coronavirus:
positivi 14.621
deceduti 34.854
guariti 191.944

Sondaggi politici elettorali oggi 23 settembre: la Lega doppia il M5S

Ecco cosa indicano gli ultimissimi sondaggi politici elettorali di oggi, 23 settembre 2019, partito per partito

Di Donato De Sena
Pubblicato il 23 Set. 2019 alle 06:30 Aggiornato il 23 Set. 2019 alle 12:10
491
Immagine di copertina
Salvini e Di Maio

Sondaggi politici elettorali oggi 23 settembre: ultimissimi

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – Gli ultimi sondaggi politici ed elettorali continuano a segnalare l’ottimo stato di forma della Lega di Matteo Salvini, che resta mediamente saldamente sopra la soglia del 30 per cento dei voti e mantiene a distanza Pd e M5S. I due principali avversari del Carroccio sono arretrati in media di oltre 10 punti percentuali e in qualche caso ai pentastellati viene attribuito un consenso addirittura più basso rispetto al deludente del 17,1 per cento raccolto alle Elezioni Europee dello scorso 26 maggio.

Qui riportiamo i dati aggiornati ad oggi, lunedì 23 settembre 2019.

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI: IL SONDAGGIO DI YOUTREND

Un sondaggio diffuso oggi, 23 settembre, da SkyTg24, ed effettuato da Quorum – YouTrend segnala la Lega al 31,3 per cento delle preferenze potenziali, con un margine di oltre 10 punti sul Pd e di oltre 13 punti sul M5S. Il Partito Democratico viene indicato al 21,2 per cento e il Movimento 5 Stelle al 18,0. È in linea con le altre rilevazioni del periodo il consenso dei partiti minori della coalizione di centrodestra. Fratelli d’Italia è data al 7,8 per cento mentre Forza Italia al 6,9. Italia Viva viene segnalata al 3,6. A seguire poi La Sinistra con il 3,1 per cento.

Sotto il 3 per cento tutti gli altri partiti: +Europa al 2,7, Cambiamo del governatore ligure Giovanni Toti allo 0,8.

Sondaggi politici elettorali: i dati in breve di YouTrend

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI: IL SONDAGGIO DI WINPOLL

Un sondaggio sulle intenzioni di voto alle liste ad eventuali Elezioni Politiche (pubblicato ieri, domenica 22 settembre, sul Sole 24 Ore, e realizzato da Scenari Politici-Winpoll) stima la Lega primo partito al 33,5 per cento di preferenze, il Pd al 20,7 e il Movimento 5 Stelle ad un preoccupante 15,1. Il dato della formazione di Salvini è piuttosto stabile, con un calo dal 34 per cento rilevato una settimana prima dallo stesso autore.

La flessione maggiore (interviste del 18-20 settembre) si registra tra i Dem. Il Partito Democratico in sette giorni, dal 23,3 per cento, avrebbe perso oltre 2 punti, a causa del lancio del nuovo partito di Matteo Renzi Italia Viva. Il M5S sarebbe sceso dal precedente 15,5 mantenendo meno della metà delle preferenze rispetto alla Lega di Salvini. E il divario tra Lega e Pd sarebbe cresciuto a 12,8 punti percentuali.

Per quanto riguarda le forze minori della politica italiana, nel centrodestra Fratelli d’Italia viene segnalata ad un ottimo 8,5 per cento, la renziana Italia Viva al 6,4 e Forza Italia al 5,7. Nessuna altra formazione secondo sarebbe in grado di superare oggi la soglia di sbarramento al 3 per cento prevista nella parte proporzionale dalla legge elettorale in vigore per le Politiche. La Sinistra sarebbe al 2,8 per cento. I liberali ed europeisti di +Europa all’1,2. La Federazione dei Verdi all’1,4. Il Partito Comunista all’1,4. Ha detto di essere indeciso o si è astenuto il 31 per cento degli intervistati.

Sondaggi politici elettorali: i dati in breve di Winpoll

  • Lega: 33,5 per cento (dal precedente 34,0)
  • Pd: 20,7 (23,3)
  • M5S: 15,1 (15,5)
  • Fdi: 8,5 (8,9)
  • Italia Viva: 6,4 (-)
  • Forza Italia: 5,7 (6,8)
  • La Sinistra: 2,8 (3,1)
  • Partito Comunista: 1,4 (1,6)
  • Federazione dei Verdi: 1,4 (2,0)
  • +Europa: 1,2 (2,4)
  • Altri partiti: 3,3 (2,4)

(Fonte: Sole 24 Ore)

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali vengono effettuati da società demoscopiche rispettando specifici criteri scientifici. Gli autori devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Tutti gli ultimi sondaggi politici elettorali di TPI

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti.

Le interviste di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

491
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.