Sondaggi politici elettorali oggi 13 agosto 2020: Virginia Raggi annuncia il bis a Roma, ma secondo le rilevazioni la strada è tutta in salita

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 13 Ago. 2020 alle 06:07
126
Immagine di copertina

Sondaggi politici elettorali oggi 13 agosto 2020: ultimissimi dati

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – Oggi sulla piattaforma Rousseau gli iscritti del M5S saranno chiamati a esprimersi sullo stop al tetto massimo di due mandati per le elezioni comunali dopo la decisione di Virginia Raggi di ricandidarsi come sindaco di Roma nel 2021: ma quante chance di vittoria ha l’attuale primo cittadino della capitale secondo gli ultimi sondaggi politici elettorali? Secondo Carlo Buttaroni dell’istituto Tecné non molte. Intervistato da Libero, infatti, Buttaroni ha dichiarato: “A fine 2019, nell’era pre-Covid, avevamo svolto un sondaggio per l’agenzia Dire e il risultato era perentorio: 8 intervistati su 10 bocciavano l’azione del sindaco” Buttaroni spiega che “tutti i sondaggi danno un sentiment negativo per l’amministrazione capitolina” e si dice sicuro del fatto che “il centrodestra parte avvantaggiato”.

Secondo l’esperto, inoltre, rispetto al 2016 molti elettori di centrodestra non voterebbero la Raggi, a differenza di quanto accaduto 4 anni fa, quando l’attutale sindaco fu votata da diversi elettori di centrodestra per rifletto anti-Pd. “È un dato che l’altra volta fece la differenza – conferma Buttaroni -, ma gli elettori di centrodestra in questo momento non la voterebbero”. Il basso gradimento nei confronti di Virginia Raggi come sindaco di Roma era stato confermato da un recente sondaggio effettuato da Ipr Marketing per Il Sole 24 Ore sul gradimento degli amministratori locali. La Raggi si era piazzata al 103esimo posto con un 44% di consensi positivi. Era andata peggio in una recente rilevazione effettuata da Termometro Politico per Affaritaliani.it in cui il 66,8% dei romani si era detto contrario a un’eventuale ricandidatura della Raggi.

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne. Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: 1. Tutti i sondaggi  / 2. I sondaggi sulla Lega / 3. I sondaggi sul Pd / 4. I sondaggi sul M5S

126
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.