Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Iss: “L’uso dei telefoni cellulari a lungo non aumenta il rischio di tumori”

Immagine di copertina

L'ultimo rapporto dell'Istituto superiore di Sanità

Iss: l’uso dei telefoni cellulari non aumenta il rischio di tumori

L’uso dei telefoni cellulari a lungo non aumenta il rischio di tumori: è quanto afferma un rapporto curato dall’Iss, l’Istituto superiore di Sanità, con Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea. Secondo gli esperti l’utilizzo prolungato dei telefonini, su un arco di dieci anni, non è associato sia all’incremento del rischio di tumori maligni (glioma) sia a quello di tumori benigni (meningioma, neuroma acustico, tumori delle ghiandole salivari).

> L’occhio da fantascienza: modello in 3D realizzato con cellule umane

Il Rapporto Istisan (‘Esposizione a radiofrequenze e tumori: sintesi delle evidenze scientifiche’) precisa che i dati attuali, tuttavia, “non consentono valutazioni accurate del rischio dei tumori intracranici e mancano dati sugli effetti a lungo termine dell’uso del cellulare iniziato durante l’infanzia”.

Telefoni cellulari e rischio tumore: cosa dicono gli esperti

Il Rapporto Istisan è stato curato da Susanna Lagorio, Laura Anglesio, Giovanni d’Amore, Carmela Marino e Maria Rosaria Scarfì, gruppo multidisciplinare di esperti delle diverse agenzie italiane Iss, Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea) e viene presentato come “una rassegna delle evidenze scientifiche sugli eventuali effetti cancerogeni dell’esposizione a radiofrequenze (RF), indirizzata all’aggiornamento professionale degli operatori del Servizio Sanitario Nazionale e dei tecnici del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale”.

“In base alle evidenze epidemiologiche attuali – viene spiegato  -, l’uso del cellulare non risulta associato all’incidenza di neoplasie nelle aree più esposte alle RF durante le chiamate vocali. La meta-analisi dei numerosi studi pubblicati nel periodo 1999-2017 non rileva, infatti, incrementi dei rischi di tumori maligni (glioma) o benigni (meningioma, neuroma acustico, tumori delle ghiandole salivari) in relazione all’uso prolungato (≥10 anni) dei telefoni mobili”.

E ancora: “Rispetto alla valutazione della IARC nel 2011, le stime di rischio considerate in questa meta-analisi sono più numerose e più precise. I notevoli eccessi di rischio osservati in alcuni studi caso-controllo non sono coerenti con l’andamento temporale dei tassi d’incidenza dei tumori cerebrali che, a quasi 30 anni dall’introduzione dei cellulari, non hanno risentito del rapido e notevole aumento della prevalenza di esposizione. Sono in corso ulteriori studi orientati a chiarire le residue incertezze riguardo ai tumori a più lenta crescita e all’uso del cellulare iniziato durante l’infanzia”.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Stanchezza, ansia, fiato corto: cos’è la sindrome post Covid (di V. Vardanega)
Scienza / Stanotte lo spettacolo della Superluna rosa: come osservarla in Italia
Scienza / A che ora vedere la Superluna rosa 2021: l’orario per osservarla
Ti potrebbe interessare
Scienza / Stanchezza, ansia, fiato corto: cos’è la sindrome post Covid (di V. Vardanega)
Scienza / Stanotte lo spettacolo della Superluna rosa: come osservarla in Italia
Scienza / A che ora vedere la Superluna rosa 2021: l’orario per osservarla
Scienza / Superluna rosa, oggi lo spettacolo della prima luna rosa del 2021: quando e come vederla
Scienza / "Prende il volo un sogno", Ingenuity ha compiuto il suo primo storico volo su Marte
Cronaca / "I vaccini anti-Covid pronti in pochi mesi, ma per noi malati anche la Sla è un'emergenza: più velocità sui farmaci"
Scienza / Richeldi a TPI: “Così potremo curare il Covid da casa con un farmaco da 20 euro”
Scienza / Covid, un farmaco per l’asma potrebbe favorire una guarigione più rapida
Scienza / Per la prima volta una donna presidente del Cnr: ecco chi è Maria Chiara Carrozza
Scienza / Scoperto un esopianeta con caratteristiche molto simili alla Terra