Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Scienza

Quando Stephen Hawking rispondeva alle grandi domande sulla vita

Immagine di copertina

In una Ted Talk del 2008, l'astrofisico, morto il 14 marzo 2018 all'età di 76 anni, rifletteva sulle grandi domande dell'universo

“Nulla è più vasto e antico dell’Universo. Le domande che vorrei affrontare sono: da dove veniamo? Come ha avuto origine l’Universo? Siamo soli nell’Universo? Esiste vita aliena, là fuori? Qual è il futuro della razza umana?”.

L’astrofisico Stephen Hawking, morto il 14 marzo 2018 all’età di 76 anni, rifletteva sulle grandi domande dell’universo.

“Per tutta la vita ho cercato di conoscere l’universo e di trovare risposte a queste domande. Sono stato fortunato, la mia disabilità non è stata un grosso handicap. Anzi, probabilmente mi ha dato più tempo per intraprendere il cammino della conoscenza”, spiegava lo scienziato durante una Ted Talk del 2008. 

“Siamo soli o c’è altra vita nell’Universo? Crediamo che la vita sia sorta spontaneamente sulla Terra, quindi potrebbe essere possibile che appaia anche su altri pianeti”.

“La vita apparve sulla Terra mezzo miliardo di anni da quando cominciò ad essere possibile. Non sono tanti, se si pensa ai dieci miliardi di anni di vita di un pianeta come la Terra”. 

“Ciò suggerisce che la speranza che la vita appaia sia ragionevolmente alta”.

E infine lo scienziato cercava di fornire una possibile “ricetta” per la prosecuzione della specie umana nell’universo:

“La nostra sola possibilità di sopravvivenza nel lungo periodo è di non stare sul pianeta Terra, ma di diffonderci nello spazio. Per andare oltre i prossimi 100 anni, il futuro è nello spazio. Ecco perché sono favorevole ai voli spaziali umani”.

Di seguito il discorso completo:

Ti potrebbe interessare
Scienza / Digital Health Forum, Annalisa Chirico: “Salute e digitale, un binomio sempre più decisivo”
Scienza / La sfida tra Italia e Olanda per svelare i segreti del cosmo
Ambiente / I piccoli scienziati crescono
Ti potrebbe interessare
Scienza / Digital Health Forum, Annalisa Chirico: “Salute e digitale, un binomio sempre più decisivo”
Scienza / La sfida tra Italia e Olanda per svelare i segreti del cosmo
Ambiente / I piccoli scienziati crescono
Scienza / Come funziona la bomba atomica e perché si parla di “bomba A” e “bomba H”
Scienza / Quali sono gli effetti a lungo termine della bomba atomica: cosa succede dopo esplosione
Scienza / Quali danni potrebbe causare la bomba atomica
Scienza / Bomba atomica, tutto quello che c’è da sapere: chi l’ha inventata e quali danni ha causato
Scienza / Che cos’è la bomba atomica: come e quando è nata
Scienza / Il cervello, prima di morire, riproduce i ricordi migliori: lo studio che lo dimostra
Cronaca / Hiv, scoperta nuova variante più aggressiva e contagiosa