Me

Esiste uno smartphone che ti fa guadagnare fino a 250 euro al mese soltanto tenendolo acceso

Al Mobile World Congress di Barcellona è stato presentato Wings WX, ideato da un imprenditore italiano

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Feb. 2019 alle 19:01
Immagine di copertina

SMARTPHONE WINGS WX CRIPTOVALUTA – La settimana del Mobile World Congress di Barcellona continua a regalare grandi chicche per tutti gli appassionati di tecnologia e di telefonia. Dopo il Nokia 210, che a un modico prezzo permette di avere tutte le funzionalità di base di uno smartphone di oggi – Facebook compreso – con grandi vantaggi sulla durata della batteria, ecco che dalla fiera per gli amanti dei cellulari arriva un’altra innovazione che si potrebbe rivelare molto interessante: il Wings MinePhone WX.

Quello che è stato presentato al Mobile World Congress è il primo cellulare al mondo che permette a chi lo possiede di guadagnare tenendolo acceso. O meglio, è il primo a generare criptovaluta.

Questo smartphone innovativo inoltre ha al suo interno un po’ d’Italia, visto che l’idea è venuta all’imprenditore Antonio Milio, Ceo di Wings Mobile, azienda spagnola di telefonia.

LEGGI ANCHE: Basta smartphone da migliaia di euro, ecco il Nokia 210: costa 30 euro, si collega a internet e la batteria dura 20 giorni

Ma come funziona esattamente il Wings WX? E, soprattutto, come è possibile guadagnare semplicemente tenendolo in mano?

Smartphone Wings WX criptovaluta | Come funziona

Bisogna innanzitutto sottolineare che il guadagno garantito dal cellulare avviene sotto forma di Ethereum, una delle criptovalute più usate e scambiate sul web, al pari dei Bitcoin. Il dispositivo infatti è in grado di effettuare “mining” di criptovaluta, ovvero creare valuta virtuale sul principio della Blockchain.

Tenendolo acceso, dunque, lo smartphone porta avanti questa attività e l’acquirente può ricevere una ricompensa che può arrivare a 2 Ethereum al mese, equivalenti a circa 250 euro.

Nel momento in cui compra il cellulare, l’utente sottoscrive un abbonamento con la società produttrice del dispositivo: esistono diversi piani che il consumatore può sottoscrivere e a ognuno di essi corrisponde un premio mensile in Ethereum, a seconda della potenza dell’attività di mining svolta dal cellulare, che può andare da 100 MH/S a 1000 MH/S.

Ogni giorno, in relazione al tempo di connessione e al numero di dati scambiati, il MinePhone WX riceve quindi Ethereum. Una bella sfida, quella proposta da Wings, che potrebbe dunque attirare una fetta di consumatori ben precisa, quella composta dagli appassionati di criptovalute. Il telefono è già preordinabile sul sito dedicato.

LEGGI ANCHE: Inizia l’era dello smartphone pieghevole: ecco il Samsung Galaxy Fold

Dentro il Rojava, guerra di Siria

LEGGI ANCHE: Anche Apple è pronta a produrre il suo primo smartphone pieghevole?