Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Scienza

La realtà virtuale che mette i molestatori nei panni delle loro vittime

Immagine di copertina
Gli occhiali della realtà virtuale che trasformano l'uomo in una donna di fronte a un violentatore. Credit: Università di Barcellona

A Barcellona è stata recentemente sviluppata una realtà virtuale volta a incrementare la coscienza emotiva e l'empatia degli uomini violenti

Alcuni ricercatori di IDIBAPS (Institut d’Investigacions Biomèdiques August Pi i Sunyer) e dell’Università di Barcellona hanno recentemente sviluppato un sistema di realtà virtuale creato appositamente per gli uomini che hanno commesso un crimine di violenza domestica.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Lo scopo del programma è quello di mettere nei panni della loro vittima gli uomini violenti, dal momento che lo studio ha rivelato che le persone violente hanno una forte mancanza di empatia, che però può essere migliorata attraverso l’utilizzo della realtà virtuale.

La professoressa spagnola Mavi Sánchez-Vives, coordinatrice delle ricerche, ha dichiarato al Mirror: “I corpi virtuali possono essere drasticamente diversi da quelli del partecipante, ma comunque l’individuo subisce la forte illusione di possedere un corpo reale”.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

“Queste illusioni hanno un impatto sul partecipante alterando percezioni, atteggiamenti e comportamenti”.

Lo strumento è stato sviluppato con la collaborazione di oltre 200 aggressori, e i ricercatori hanno analizzato l’impatto della realtà virtuale su 20 soggetti violenti e 20 partecipanti non violenti, effettuando un test per valutare la loro percezione e la loro empatia.

Durante l’esperimento, i partecipanti sono entrati in un’atmosfera virtuale, in cui il loro corpo era sostituito da quello di una donna virtuale.

Una volta inseriti nei panni delle donne, gli uomini violenti hanno visto un uomo virtuale entrare in scena e mostrare comportamenti violenti nei loro confronti.

Il professore di ambienti virtuali Mel Slater, coautore dello studio, ha raccontato: “L’atmosfera è interattiva, dal momento che gli aguzzini osservano il viso dei partecipanti e gridano ‘stai zitto!’, quando i partecipanti parlano, o ‘guardami!’, se i partecipanti distolgono lo sguardo”.

I risultati hanno mostrato che prima di passare attraverso l’esperienza della realtà virtuale, i criminali avevano una scarsa capacità di riconoscere la paura sul volto di una donna, ma che dopo aver sperimentato in prima persona – anche se in forma virtuale – un’esperienza di abuso, la loro capacità di riconoscere quella paura è migliorata.

I partecipanti condannati hanno infatti riconosciuto che, a differenza di ciò che provano di fronte a un film, questa esperienza è percepita come reale e causa loro paura, facendoli sentire minacciati. Qualcuno è arrivato addirittura a riconoscere che l’uomo virtuale lo ha fatto sentire profondamente in colpa.

Questo tipo di realtà virtuale viene già utilizzato al servizio di misure criminali alternative del Departament de Justícia a Barcellona, dove vengono forniti corsi di riabilitazione per i condannati per maltrattamenti che, su proposta del giudice, possono scegliere questa opzione al posto del carcere.

“I processi psicologici, come il riconoscimento delle emozioni, possono essere modificati”, ha concluso Sánchez-Vives.

I ricercatori vogliono arrivare a valutare l’impatto di questo aiuto virtuale negli uomini violenti, anche se mancano ancora alcuni anni di studi e statistiche.

Qui il video che fa vedere come funziona questo programma:

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Offensiva russa brutale, ci servono altre armi". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”