Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

La Nasa cerca volontari per una “quarantena” spaziale

Immagine di copertina
Crediti: Pixabay

La Nasa cerca volontari per una “quarantena” spaziale

Vi piacerebbe una quarantena nello spazio? La Nasa mette a disposizione un nuovo studio ed è alla ricerca di volontari che dovranno isolarsi nello spazio… o meglio, fingere di isolarsi nello spazio. Il Lyndon B. Johnson Space Center, che si trova nella baia di Galveston, sta valutando una particolare “vacanza” nello spazio per quelli che non hanno avuto poi tanti problemi a rimanere confinati in casa durante il lockdown causa Coronavirus.

Il progetto che la Nasa vuole sviluppare prevede otto mesi di isolamento all’interno di una navicella spaziale-laboratorio, che non si alzerà mai da terra, ma promette di far vivere delle esperienze a prova di astronauta. La navicella spaziale sarà infatti ben ancorata al Lyndon B. Johnson Space Center, che si erge a 40 chilometri da Houston.

L’esperimento di isolamento sociale: la “vacanza” speciale della Nasa a prova di quarantena

Qual è l’obiettivo dello studio? Analizzare gli effetti dell’isolamento e del confinamento a lungo termine sulla psicologia umana, sulla fisiologia e sulle dinamiche di gruppo. Tale studio aiuterà la Nasa a preparare i futuri astronauti che dovranno esplorare lo spazio, dalla Luna a Marte. “L’isolamento sociale è un’area molto importante per la nostra ricerca. È associato a livelli più elevati di stress e influisce sul benessere fisiologico e psicologico”, ha spiegato lo scienziato Thomas Williams, a capo del progetto Human Factors and Behavioral Performance Element. Questo non è il primo esperimento di isolamento terrestre condotto dalla Nasa: il precedente equipaggio Sirius è rimasto isolato nel modulo per quattro mesi.

L’obiettivo di una nuova “quarantena spaziale” punta quindi a raddoppiare il tempo di isolamento e chi teme la noia potrà stare tranquillo: dallo Space Center assicurano che ci saranno tantissime cose da fare. “L’equipaggio Sirius-19 ha partecipato a numerosi compiti simulati e operazioni di missione, dall’attracco a una stazione spaziale in orbita attorno alla Luna alla selezione di luoghi di atterraggio sino a passeggiate virtuali sulla superficie lunare”, ha infatti spiegato lo scienziato. La prossima simulazione è prevista per il 2022 e durerà 12 mesi.

Leggi anche:

1. La Nasa permette di scoprire quale foto è stata scattata il giorno del proprio compleanno/ 2. Un asteroide gigante sta per “sfiorare” la Terra. Nasa: “Più grande del 90% della media”

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto