Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

I cinque migliori smartphone alternativi all’iPhone XS

Immagine di copertina

Se il nuovo prodotto di Apple non vi soddisfa, è troppo caro oppure non siete convinti al 100 per cento non temete perché ci sono eccellenti alternative

Quali sono le cinque migliori alternative ad iPhone XS? Abbiamo selezionato un poverissimo di smartphone che non hanno niente a che invidiare al nuovo arrivato in casa Apple.

Anzi, al contrario possono spesso offrire qualcosa in più a un prezzo che risulta decisamente più abbordabile e “umano” rispetto alla nuova proposta di casa Cupertino.

1) Huawei P20 Pro – Si può considerare in questo momento il punto di riferimento in quanto a design, prestazioni e, soprattutto, fotocamera. Il capoclasse dei cinesi è davvero un portento in ogni ambito e si può trovare a un costo anche 400 euro inferiore.

Perché sceglierlo? Altrettanto seducente a livello estetico, ha la migliore fotocamera attualmente a disposizione.

2) Samsung Galaxy Note 9 – Un altro modello carissimo, ma al contempo più economico, Note 9 è tra i migliori rivali di iPhone XS grazie a una combinazione perfetta di hardware, software, design, batteria e solidità costruttiva.

Perché Sceglierlo? Potentissimo, ha la chicca della penna capacitiva sempre più sensibile e intelligente, per fungere quasi da mini computer.

Huawei P20 Pro

3) OnePlus 6 – In attesa del futuro modello che sicuramente gli prenderà il posto, questo terminale ha tutto ciò che serve a un costo praticamente dimezzato rispetto a iPhone X con Snapdragon 845, 6GB Ram e ottima fotocamera tra i pro.

Perché sceglierlo? Perché è la migliore alternativa tra i top di gamma low-cost.

4) Honor 10 – Sì, mettiamo dentro anche il fratellino minore di Huawei P20 del quale riprende doppia fotocamera (ma senza Leica) e intelligenza artificiale. Costa meno di un terzo di iPhone XS, ma nell’esperienza quotidiana non ha niente da invidiargli.

Perché sceglierlo? Perché costa molto poco e sorprende assai.

5) iPhone X – Ebbene sì. Come ultima proposta c’è proprio il melafonino speciale dell’anno scorso. Un modello che si può ancora trovare in commercio per vie traverse, ma che può offrire tanto a un prezzo che si è abbastanza abbassato rispetto al lancio.

Perché sceglierlo? Il design non cambia, il processore – dati benchmark alla mano – non è così più scarso, le fotocamere sono solo qualche gradino inferiori, ma poca roba. E tutto il resto, dual sim a parte, è presente

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto