Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

iPhone X Plus, il modello speciale con grande schermo e caratteristiche al top

Immagine di copertina
iPhone X Plus

La prossima generazione del melafonino di Apple conterà su un hardware davvero prestante e su una versione con schermo più abbondante, tutte le indiscrezioni

iPhone X Plus uscirà verosimilmente allo scoperto in occasione del prossimo keynote che Apple organizzerà per il primo autunno.

L’appuntamento sarà direttamente a Copertino nel nuovo Campus ideato e sviluppato dallo stesso Steve Jobs quando saranno tolti i veli dalle nuove generazioni dei melafonino.

Così come è stato già anticipato nelle scorse settimane, si può pensare che ci saranno tre iPhone. In questo caso il rumors riporta di due X (normale e phabelt) e uno standard. Sembra sono dunque tramontare all’ipotesi di vedere solo un modello speciale come nel 2019.

Come sarà iPhone X Plus – iPhone x Plus avrà una diagonale di schermo pari a 6.5 pollici contro i 6.1 pollici del modello standard. Al contempo sarà presente un iPhone 9 (o come si chiamerà) che avrà un costo leggermente inferiore, con caratteristiche più semplici come una fotocamera singola.

Le indiscrezioni arrivano dall’utente Twitter Ben Geskin (@VenyaGeskin1) che ha pubblicato un brevissimo cinguettio insieme una foto. L’immagine rappresenta i modelli naturalmente non definitivi ma che possono dare indicazioni sul design.

Chiamati dummy, questi modelli servono principalmente per fornire un supporto fisico alla progettazione, compresa quella di accessori. Riprendono altezza, larghezza, spessore e possono anche offrire un peso paragonabile.

La scheda tecnica di iPhone X Plus – iPhone X Plus dovrebbe considerare uno schermo di natura OLED mentre la versione standard di tipo LCD a cristalli liquidi. Dovrebbe esserci anche l’ultima versione del processore di casa insieme a una RAM più performante.

Mentre non dovrebbe variare di troppo la batteria, la memoria interna non dovrebbe essere spendibile e non dovrebbe essere presente il jack da 3.5 mm audio.

La fotocamera è chiamata a un’accelerazione netta delle performance per rimanere al passo coi rivali, Huawei P20 Pro in testa. Non resta che attendere ulteriori informazioni che sicuramente non tarderanno ad arrivare da qui al prossimo settembre al momento del keynote.

Nel frattempo, arrivano anche le prime indicazioni su Samsung Galaxy Note 9 e parrebbe si tratterà di un dispositivo assai costoso.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto