Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

India, l’app del premier Narendra Modi accusata di aver inviato dati personali degli utenti a una società statunitense

Immagine di copertina
L'app del premier indiano Narendra Modi

Governo e opposizione si sono scambiati accuse reciproche di collaborazione con i ricercatori di Cambridge Analytica sono stati in passato clienti dell’agenzia.

L’applicazione ufficiale del premier indiano Narendra Modi avrebbe inviato i dati personali degli utenti a una società americana senza il loro consenso.

L’accusa è stata diffusa via Twitter sabato 24 marzo 2018 da un esperto della sicurezza, secondo quanto riferisce l’emittente britannica Bbc.

L’uomo ha twittato utilizzando lo pseudonimo di Elliot Anderson.

Il leader del maggior partito di opposizione al Congresso indiano, Rahul Gandhi, ha attaccato Modi.

Secondo Gandhi, il premier starebbe utilizzando l’app per costruire un database con i dati dei milioni di indiani che hanno già creato un account.

Il Bharatiya Janata Party (BJP) il partito del premier Modi, ha difeso il suo leader e respinto le accuse, affermando che i dati sono stati analizzati unicamente per fornire agli utenti i contenuti in base alla lingua selezionata al momento dell’iscrizione e ai loro interessi.

Il ministro della Giustizia e delle Tecnologie informatiche, Ravi Shankar Prasad, ha invece accusato l’opposizione di avere avuto contatti con la società britannica Cambridge Analytica, negli ultimi giorni al centro di uno scandalo che ha coinvolto Facebook.  

Governo e opposizione in India si sono scambiati accuse reciproche di collaborazione con i ricercatori di Cambridge Analytica. Entrambi infatti sono stati in passato clienti dell’agenzia.

Secondo una recente rivelazione ha operato anche in Italia fornendo sostegno a un partito italiano.

Domenica 25 marzo Elliot Anderson ha scritto su Twitter che la politica della privacy dell’applicazione di Modi è stata aggiornata dopo le recenti accuse.

Il partito del premier indiano ha specificato che gli utenti possono accedere all’app anche in modalità “ospite”, senza dover condividere le loro informazioni.

L’applicazione è stata lanciato a giugno 2017 per fornire agli utenti maggiori informazioni sulle politiche del governo Modi e per interagire con i cittadini attraverso i sondaggi.

Permette inoltre di condividere con i propri contatti Facebook e Twitter i post generati dall’applicazione.

A seguito delle accuse in India è nato su Twitter il movimento #DeleteNaMoApp.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”
Esteri / "Ha una protesi": il video che alimenta nuovi dubbi sullo stato di salute di Vladimir Putin
Esteri / Strage in Texas, il momento in cui il killer entra nella scuola elementare | VIDEO
Esteri / Stati Uniti, 18enne apre il fuoco in una scuola elementare: uccise 21 persone, tra cui 19 bambini
Esteri / Lo sfogo della rifugiata ucraina scappata con l’uomo che l’aveva accolta: “Non sono una sfasciafamiglie”
Esteri / Guerra in Ucraina, forze russe avanzano a est: “Sfondate difese ucraine nel Luhansk”. USA, stop all'esenzione: più vicino il default russo