Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Due asteroidi giganti sfioreranno la Terra tra settembre e ottobre 2019

Immagine di copertina

I corpi celesti viaggeranno a circa 5 milioni di chilometri di distanza dal nostro Pianeta, ma nonostante questo sono ritenuti "potenzialmente pericolosi"

I due asteroidi che sfiorano la Terra nel 2019

Due asteroidi sfiorano la Terra: è quanto previsto per settembre e ottobre del 2019, quando due corpi celesti distinti si avvicineranno al nostro Pianeta a distanza spaziale “ravvicinata”.

Il primo sarà il 2000 QW7, largo 290 metri e lungo 650, e si avvicinerà alla Terra il 14 settembre 2019 a una distanza minima di 5,3 milioni di chilometri. Il corpo celeste viaggerà a una velocità media di 23.100 chilometri orari.

La distanza sembra troppo alta per destare preoccupazione, ma in realtà l’asteroide si avvicinerà più di quel che sembra: 5 milioni di chilometri equivalgono a 0,03564 unità astronomiche (un’unità astronomica è la distanza media della Terra dal Sole e corrisponde a circa 150 milioni di chilometri), un divario per cui l’asteroide è considerato un Near Earth Object (Neo), denominazione utilizzata per classificare gli oggetti del sistema Solare che passano vicino alla Terra.

L’asteroide 2000 QW7, inoltre, è classificato anche come “oggetto potenzialmente pericoloso” perché misura più di 150 metri di diametro e si avvicina alla Terra a meno di 0,5 unità astronomiche.

Ciononostante non c’è pericolo che ci cada addosso.

Anche nel 2000 lo stesso asteroide si era avvicinato a una distanza più o meno simile a quella prevista per il 14 settembre, e non è avvenuto nessun cataclisma di dimensione globale.

L’ultimo cataclisma che ha distrutto in parte il nostro Pianeta risale a 66 milioni di anni fa ed è quello che ha portato all’estinzione dei dinosauri non aviani e di molti altri animali: il suo diametro era di 10 chilometri.

Il secondo asteroide che si avvicinerà alla Terra dovrebbe invece passare a distanza ravvicinata il 25 ottobre prossimo. Si tratta del 1998 HL1, e viaggerà a una distanza leggermente maggiore rispetto a quella prevista per il 2000 QW7: 6 milioni e 200mila chilometri.

Anche questa distanza è considerata “sicura” ma, come per il 2000 QW7, 1998 HL1 è classificato come Neo “pericoloso” per via della sua orbita e del diametro, che spazia dai 441 ai 986 metri.

Vuol dire che il corpo celeste è grande quanto un grattacielo enorme, che supera di dieci volte l’altezza della Statua della Libertà di New York e di tre volte quella della Tour Eiffel di Parigi.

Un vero colosso, che in caso d’impatto con la Terra causerebbe danni devastanti e per questo, anche se non dovrebbe schiantarsi con il nostro Pianeta, è fondamentale che sia strettamente sorvegliato prima e durante il suo passaggio previsto per il 25 ottobre prossimo.

asteroide terra quando 2019
Credits: Nasa

Un asteroide si dirige verso la Terra: il possibile impatto il 9 settembre 2019

Ti potrebbe interessare
Scienza / Stanchezza, ansia, fiato corto: cos’è la sindrome post Covid (di V. Vardanega)
Scienza / Stanotte lo spettacolo della Superluna rosa: come osservarla in Italia
Scienza / A che ora vedere la Superluna rosa 2021: l’orario per osservarla
Ti potrebbe interessare
Scienza / Stanchezza, ansia, fiato corto: cos’è la sindrome post Covid (di V. Vardanega)
Scienza / Stanotte lo spettacolo della Superluna rosa: come osservarla in Italia
Scienza / A che ora vedere la Superluna rosa 2021: l’orario per osservarla
Scienza / Superluna rosa, oggi lo spettacolo della prima luna rosa del 2021: quando e come vederla
Scienza / "Prende il volo un sogno", Ingenuity ha compiuto il suo primo storico volo su Marte
Cronaca / "I vaccini anti-Covid pronti in pochi mesi, ma per noi malati anche la Sla è un'emergenza: più velocità sui farmaci"
Scienza / Richeldi a TPI: “Così potremo curare il Covid da casa con un farmaco da 20 euro”
Scienza / Covid, un farmaco per l’asma potrebbe favorire una guarigione più rapida
Scienza / Per la prima volta una donna presidente del Cnr: ecco chi è Maria Chiara Carrozza
Scienza / Scoperto un esopianeta con caratteristiche molto simili alla Terra