Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Mille origami giapponesi per guarire dalla leucemia

Immagine di copertina

Sadako aveva 12 anni quando si ammalò di leucemia, in seguito all'esplosione della bomba atomica su Hiroshima. Per guarire costruì quasi mille origami a forma di gru

Sadako Sasaki aveva solo due anni il 6 agosto del 1945, quando dall’aereo americano B-29 Enola Gay fu sganciata la bomba atomica Little Boy, sulla città giapponese di Hiroshimahiroshima Sadako Sasaki

Sadako riuscì a salvarsi, ma fu esposta alle radiazioni della bomba e ciò compromise inesorabilmente la sua salute. Durante i dieci anni successivi allo scoppio dell’atomica, Sadako crebbe forte e sana, fino a quando improvvisamente si ammalò di leucemia provocata dai raggi gamma sprigionati con l’esplosione.

Anche se non aveva alcuna speranza di guarire, Sadako combatté fino all’ultimo contro la sua malattia. Era venuta a sapere che, secondo un’antica tradizione giapponese, se fosse riuscita a costruire mille gru di carta, gli dei la avrebbero aiutata a guarire.

Così, durante la degenza in ospedale, con le poche forze che le erano rimaste, la bambina si mise a costruire origami a forma di gru, uccello che in Giappone è considerato simbolo di longevità.

Il suo desiderio di guarire però non fu esaudito. Sadako morì il 25 ottobre del 1955, all’età di 12 anni.

Ci sono varie versioni riguardo la sua morte. Secondo la scrittrice Eleanor Coerr, autrice del libro Sadako and the Thousand Paper Cranes – Sadako e le mille gru di carta –, la bambina morì dopo aver costruito 644 origami.

Secondo Karl Bruckner, autore del libro Il gran sole di Hiroshima, Sadako si spense mentre stava componendo la sua 989esima gru. Una terza versione invece vuole che Sadako riuscì a realizzare più di mille gru prima di morire.

Nel 1958 presso l’Hiroshima Memorial Park in Giappone fu eretta una statua in suo onore. Ancora oggi migliaia di gru di carta provenienti da tutto il Giappone e da qualsiasi parte del mondo adornano il monumento. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bruxelles, attacco col coltello in metro: almeno tre feriti. Fermato l’aggressore
Esteri / Si licenzia e cambia vita: lavora solo 30 minuti e guadagna 40mila dollari al mese. Ecco come
Esteri / La Cina accusa gli Stati Uniti per la guerra in Ucraina: “Hanno innescato la crisi e ora la stanno alimentando”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bruxelles, attacco col coltello in metro: almeno tre feriti. Fermato l’aggressore
Esteri / Si licenzia e cambia vita: lavora solo 30 minuti e guadagna 40mila dollari al mese. Ecco come
Esteri / La Cina accusa gli Stati Uniti per la guerra in Ucraina: “Hanno innescato la crisi e ora la stanno alimentando”
Esteri / L’imprenditore Usa che vuole tornare 18enne (con 2 milioni l’anno): in due anni l’età è “scesa” di 5
Esteri / Capsula radioattiva smarrita in Australia, tecnici della Rio Tinto e autorità locali alla ricerca: “È molto pericolosa”
Esteri / “Per colpire il Regno Unito con un missile ci vuole un minuto”: la minaccia di Putin a Boris Johnson
Esteri / Messico, influencer napoletano scambiato per un narcos: "Rinchiuso in una stanza buia"
Esteri / Ucraina, nuove sanzioni contro Russia e Bielorussia: “Useremo le loro proprietà per la nostra difesa”
Esteri / Messico, sub decapitato da uno squalo bianco lungo quasi sei metri
Esteri / Muore in casa ma nessuno si accorge di lei per tre anni