Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

Coronavirus in Lombardia: Air Liquide si mobilita per l’assistenza sanitaria domiciliare

I team di VitalAire e Medicasa - società del Gruppo Air Liquide specializzate nell'assistenza sanitaria a domicilio - fronteggiano l’emergenza Covid-19 sul territorio lombardo

Di Redazione TPI
Pubblicato il 24 Apr. 2020 alle 16:14 Aggiornato il 24 Apr. 2020 alle 17:00
0
Immagine di copertina

Assistenza sanitaria domiciliare: i team di Air Liquide mobilitati per fronteggiare l’emergenza Covid in Lombardia.

I team di VitalAire e Medicasa – le società del Gruppo Air Liquide specializzate nell’assistenza sanitaria a domicilio – sono pienamente mobilitati per fronteggiare l’emergenza Covid sul territorio lombardo.

Nella sola Provincia di Bergamo, sono circa 700 i nuovi pazienti affetti da Covid-19 assistiti a domicilio nell’arco di un mese. Al fine di rispondere alle accresciute necessità, 1300 nuovi contenitori di ossigeno medicale per l’ossigenoterapia domiciliare sono stati immessi nel circuito regionale. Infine, a Garbagnate Milanese, un nuovo progetto è stato messo in campo per facilitare la cura di pazienti Covid-19 in fase non acuta.

Nel contesto dell’epidemia Covid-19, il personale specializzato di VitalAire e Medicasa (Tecnici, Infermieri, Fisioterapisti, Specialisti, Medici, Operatori Socio Sanitari) è impegnato nella gestione del rientro a casa dei pazienti Covid-19 che necessitano del supporto di ossigeno per alcune settimane dopo la loro dimissione dall’ospedale, e per supportare la dimissione precoce di pazienti non Covid sottoposti a ossigenoterapia, in coordinamento con il personale ospedaliero, al fine di liberare posti letto per alleggerire le strutture ospedaliere.

Al contempo, a livello Regionale, sono stati immessi nel circuito circa 1300 nuovi contenitori di ossigeno criogenico utilizzati per effettuare l’ossigenoterapia a domicilio o nelle case di riposo, che tipicamente non dispongono di un impianto per l’erogazione dell’ossigeno centralizzato.

VitalAire ha inoltre offerto il proprio supporto a diverse organizzazioni di Federfarma per rispondere alla crescente necessità di bombole di ossigeno o contenitori di ossigeno medicinale criogenico destinati ai pazienti a domicilio.

In Provincia di Bergamo, tra le più colpite dall’emergenza in atto, dove VitalAire tratta già 1200 pazienti in ossigenoterapia, vengono oggi assistiti circa 700 ulteriori pazienti affetti da Covid-19 con un quadro clinico stabile nell’intero territorio (Valle Cavallina, Valle Seriana, Alto Sebino, Basso Sebino), dimessi dagli ospedali o nelle prime fasi della malattia.

A Garbagnate Milanese, in provincia di Milano, è stato attivato da Medicasa, in collaborazione con ASST Rhodense e ATS Metropolitana, un progetto di Degenza in Sorveglianza Sanitaria presso il Presidio Ospedaliero locale, con l’obiettivo di accogliere i pazienti Covid-19 che necessitano di sorveglianza continuativa con prestazioni infermieristiche di base e sorveglianza medica.

Il progetto prevede la presa in carico, in una struttura di sorveglianza con un massimo di 56 posti letto, di pazienti impossibilitati ad effettuare la quarantena a domicilio per carenza di spazi adeguati o di ricevere presso la propria abitazione le cure necessarie una volta dimessi dalle unità di degenza in quanto in fase non acuta. La durata prevista di permanenza nella struttura è pari a 15 giorni o fino ad esito negativo di due tamponi consecutivi, criterio adottato dalle autorità sanitarie per accertare l’avvenuta guarigione del paziente. I pazienti assistiti nella struttura sono affidati alla responsabilità del personale OSS, infermieristico e medico di Medicasa sia per l’aspetto clinico che assistenziale di sorveglianza, con un servizio H24.

Cyrille Ferrachat, Direttore Generale di VitalAire e Medicasa Italia, ha affermato: “In Italia e, in questo momento, soprattutto in Lombardia, la gestione dei pazienti a domicilio è fondamentale ed il supporto dei nostri professionisti sanitari è cruciale per i pazienti fragili che spesso si trovano soli di fronte alla malattia e alla quarantena che ora viene loro imposta. Il nostro personale specializzato sta affrontando questa emergenza con estrema professionalità e impegno, avendo dato fin da subito la propria disponibilità ad agire in prima linea assistendo a domicilio i pazienti affetti da Covid-19 e giocando un ruolo importantissimo nell’alleggerire la pressione sulle strutture ospedaliere.”

L’attività Healthcare di Air Liquide

Fornisce gas medicali, servizi sanitari a domicilio, prodotti per l’igiene, attrezzature medicali, eccipienti e principi attivi. Nel 2019 ha servito oltre 15.000 ospedali e cliniche e più di 1,7 milioni di pazienti a domicilio in tutto il mondo. L’attività Healthcare del Gruppo ha raggiunto un fatturato di 3,694 miliardi di Euro nel 2019, grazie al supporto dei suoi 16.500 collaboratori.

L’attività Home Healthcare di Air Liquide

Air Liquide, leader in Europa nel settore delle cure domiciliari, prende in carico, su prescrizione medica, pazienti che soffrono di malattie croniche come la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), l’Apnea del sonno e il Diabete. Questa attività si sviluppa, a complemento delle cure ospedaliere, presso il domicilio del paziente consentendo una migliore qualità di vita ed una riduzione dei costi dei trattamenti. L’attività Home Healthcare rappresenta il 49% dei ricavi dell’attività Healthcare di Air Liquide nel 2019.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.