Covid ultime 24h
casi +20.884
deceduti +347
tamponi +358.884
terapie intensive +84

Silvia Romano, Zaia: “Chi va in certi luoghi si deve assumere le proprie responsabilità”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 14 Mag. 2020 alle 11:00
1k
Immagine di copertina
Luca Zaia. Credit: Andrea Ronchini/Pacific Press via ZUMA Wire

Luca Zaia su Silvia Romano

“Forse val la pena di fare un ragionamento sul fatto che ci sono luoghi del mondo dove è pericoloso andare. E allora, serve un’intesa chiara, senza fare polemiche: chi si spinge oltre un certo confine si deve assumere le proprie responsabilità”. Anche il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, è intervenuto sulla liberazione e sul rientro in Italia di Silvia Romano, la volontaria sequestrata in Kenya nel novembre 2008 e liberata in Somalia dopo 18 mesi di prigionia.

“Sono felice che Silvia Romano sia stata riportata a casa sana e salva e che tutto sia finito bene – ha detto il leghista Zaia ai giornalisti – ma ricordo che ci sono tante altre persone che non sono più tornate”. Zaia ha poi concluso: “Molti si domandano chi si è assunto la responsabilità di mandare una cooperante in zone come quella? Perché se poi paga sempre Pantalone…”.

Leggi anche: 1. Il problema non è il portavoce di Al Shabaab che “farà la jihad” grazie al riscatto di Silvia, ma mettergli il megafono in mano (di Giampiero Gramaglia) / 2. “Silvia Romano non è una cooperante. Le ‘Ong’ fai-da-te mandano giovani come lei allo sbaraglio” / 3. Lettera di una prof musulmana a Silvia Romano: “Quello non è Islam e la tua conversione non è libertà”/ 4. Padre Giulio Albanese: “L’Islam fanatico ti spinge a uno scambio: la conversione in cambio della tua vita”

1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.