Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Taglio dei parlamentari, la Commissione approva la riforma costituzionale: il testo in Aula alla Camera il 7 ottobre

Immagine di copertina
L'Aula della Camera dei Deputati

Si avvicina la riduzione del numero di deputati e senatori

Taglio dei parlamentari, la Commissione approva la riforma

La commissione Affari costituzionali della Camera dei Deputati ha approvato la riforma costituzionale per il taglio dei parlamentari, una delle proposte principali del programma del governo M5S-Pd, fortemente voluta dai pentastellati. Si avvicina dunque la riduzione del numero dei membri di Camera e Senato.

A favore del taglio del numero di deputati e senatori hanno votato, a quanto si apprende, i partiti della maggioranza e contro Forza Italia (presente con un solo parlamentare) e +Europa. Erano invece assenti i deputati di Lega e Fratelli d’Italia. È stato votato il mandato al nuovo relatore Giuseppe Brescia, che è presidente della commissione. Il testo è atteso in Aula il 7 ottobre.

I sondaggi politici elettorali di oggi 1 ottobre

A che punto siamo

Il testo per il taglio dei parlamentari è stato già approvato, in prima deliberazione dal Senato in un testo unificato, poi alla Camera dei Deputati il 9 maggio scorso, e in seconda deliberazione di nuovo a Palazzo Madama. Con l’ultimo via libera dell’Aula di Montecitorio, a maggioranza assoluta, la riforma diventerà legge, a meno che non venga chiesto un referendum confermativo.

Con l’approvazione alla Camera del taglio, dalla prossima legislatura in Parlamento siederanno meno eletti. Il numero dei deputati scenderà da 630 a 400. Quello dei senatori invece da 315 a 200. Avremo il 36,5 per cento in meno degli attuali componenti elettivi: 230 deputati e 115 senatori in meno.

Le norme non sono applicabili in caso di scioglimento delle Camere prima che siano decorsi 60 giorni dall’entrata in vigore della legge.

Ti potrebbe interessare
Politica / Il Senato lo approva con 207 sì. Ora passa alla Camera
Politica / Vaccini, Draghi: “Sono un bene comune globale, dobbiamo abbattere gli ostacoli”
Politica / Ddl Zan, via libera alla discussione in Commissione Giustizia: “Nessun accorpamento, il testo resta com’è”
Ti potrebbe interessare
Politica / Il Senato lo approva con 207 sì. Ora passa alla Camera
Politica / Vaccini, Draghi: “Sono un bene comune globale, dobbiamo abbattere gli ostacoli”
Politica / Ddl Zan, via libera alla discussione in Commissione Giustizia: “Nessun accorpamento, il testo resta com’è”
Politica / Conte contro Casaleggio: "Non può fermarci. La legge lo obbliga a darci i dati"
Politica / Retroscena TPI – Roma, Pd in pressing su Zingaretti: “Ma lui teme lo sgambetto in Regione del M5S”
Politica / Comunali Roma, Pd in pressing su Zingaretti: “La decisione entro sabato”
Politica / Ddl Zan, Meloni: “Che cos’è il gender? Guardi, non l’ho mai capito bene”
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Cronaca / Fedez, il direttore di Rai3: "Valutiamo una querela". Il rapper non arretra: "Ho i mezzi per difendermi"
Politica / Franco Di Mare in Vigilanza: "Da Fedez c'è stata manipolazione"