Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Quanto guadagna il presidente della Repubblica italiana? Lo stipendio

Immagine di copertina
Credit: REUTERS/Alessandro Bianchi

Stipendio presidente della Repubblica italiana | Quanto guadagna

STIPENDIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA – Quanto guadagna il presidente della Repubblica italiana? Secondo il bilancio triennale 2021/2023 pubblicato sul sito del Quirinale, l’anno scorso la dotazione annuale a disposizione è stata di 224 milioni di euro. Come si legge nella sezione dedicata il bilancio, il 48,03% di questa cifra è dedicata alle retribuzioni del personale. La quota dedicata allo stipendio del presidente della Repubblica è dello 0,11%. Questo significa che il presidente della Repubblica italiana guadagna 239mila euro l’anno. Uno stipendio da 18.300 euro al mese, calcolato su tredici mensilità.

Uno stipendio molto alto, ma comunque inferiore a molti colleghi di altri paesi. È il caso del Presidente degli Stati Uniti per cui è previsto uno stipendio di 371 milioni di euro e del premier di Singapore con i suoi 1,6 milioni di euro all’anno. L’ultimo presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deciso di rinunciare completamente alla parte relativa alla pensione di professore universitario.

Il Capo dello Stato, inoltre, ha deciso di estendere anche ai dipendenti del Quirinale il tetto di 240mila euro di retribuzione previsto per i dipendenti della pubblica amministrazione, così come il cumulo tra stipendio e pensioni. Dopo questa decisione, numerosi consiglieri della presidenza della Repubblica hanno svolto le proprie funzioni con un compenso ridotto. Prima che Mattarella prendesse questa decisione, comunque, il segretario generale della presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, aveva già rinunciato autonomamente a ogni compenso nel momento in cui ha assunto l’incarico.

Ti potrebbe interessare
Politica / Tensioni nel governo, Draghi vede Mattarella
Politica / Ius Scholae e cannabis, la Camera approva il rinvio alla prossima settimana
Politica / La telefonata, il no di Conte, il rientro anticipato in Italia: la giornata nera di Draghi al vertice Nato
Ti potrebbe interessare
Politica / Tensioni nel governo, Draghi vede Mattarella
Politica / Ius Scholae e cannabis, la Camera approva il rinvio alla prossima settimana
Politica / La telefonata, il no di Conte, il rientro anticipato in Italia: la giornata nera di Draghi al vertice Nato
Politica / Tensione Draghi-Conte, il premier: “Ho parlato con il leader M5s, il governo non rischia”
Cronaca / Milano, l’eurodeputato Fidanza (FdI) indagato per corruzione
Politica / Conte: "Sconcertato dalle parole di Draghi, grave che un premier tecnico si intrometta"
Politica / “Draghi ha chiesto a Grillo di cacciare Conte dal M5S perché inadeguato”: la rivelazione bomba di Domenico De Masi. Ma Palazzo Chigi smentisce
Politica / Elezioni Verona, Veronica Atitsogbe a TPI: “Volevo sentirmi parte attiva della città. Con Tommasi ora si può”
Politica / Draghi: "Putin non verrà al G20". La replica del Cremlino: "Non decide lui"
Politica / M5s, Grillo: “Il limite dei due mandati non si tocca”. Malumori tra i deputati: “Serve una deroga”