Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Spese militari, braccio di ferro Draghi-Conte: “Così viene meno la maggioranza”. E sale al Quirinale

Immagine di copertina

Spese militari, braccio di ferro Draghi-Conte: “Così viene meno la maggioranza”. E sale al Quirinale

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nella serata di oggi, 29 marzo 2022, è salito al Quirinale per aggiornare il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in merito al dossier sull’aumento del 2 per cento del Pil per le spese militari. Decisione arrivata dopo una giornata di braccio di ferro sulla questione del riarmo che ha portato il premier ha incontrare Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. “Il governo intende rispettare e ribadire con decisione gli impegni Nato sull’aumento delle spese militari al 2 per cento del Pil. Altrimenti verrebbero meno gli impegni presi dalla maggioranza”, avrebbe detto Draghi durante l’incontro il leader del Movimento 5 Stelle. Che però uscendo da Palazzo Chigi ha ribadito: “Non metto in discussione gli accordi con la Nato, ma l’aumento delle spese militari ora è improvvido”.

Nel vertice con Conte, secondo quanto riporta La Repubblica, Draghi ha snocciolato alcuni dati relativi agli accordi con la maggioranza. I piani concordati nel 2014, e seguiti dai vari governi che si sono succeduti, prevedono entro il 2024 un continuo progressivo aumento degli investimenti. Il bilancio della difesa nel 2018 era sostanzialmente uguale al 2008. Nel 2018, stando ai dati del ministero della Difesa sugli anni di governo di Conte, illustrati dal premier, si registravano circa 21 miliardi, nel 2021 24,6 miliardi (un aumento del 17 per cento). Tra il 2021 e il 2022 il bilancio della Difesa è salito invece a 26 miliardi, un aumento del 5,6 per cento. Questi stessi dati ora Draghi li sta elencando a Mattarella nel corso del colloquio al Colle.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”