Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Salvini in Ungheria visita il muro anti-migranti

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini si è recato in visita al muro costruito al confine tra Ungheria e Serbia per fermare il flusso di migranti provenienti dai paesi balcanici e diretti verso l’Ue.

“Vogliamo un’Europa diversa che difenda la sicurezza, rilanci il lavoro, la famiglia e l’identità cristiana del nostro continente”, è stato il commento del leader della Lega parlando con i cronisti.  “In Italia si entra solo se si ha il permesso”.

La visita al muro anti-migranti ha rappresentato la prima tappa del tour del ministro dell’Interno: il vicepremier, non appena atterrato in Ungheria per incontrare il premier Orban [qui il suo profilo], è infatti salito su un elicottero per vedere di persona il confine con la Serbia.

Le politiche anti-migratorie di Orban

Il premier ungherese Viktor Orban è noto per le politiche anti-migratorie da lui introdotte negli anni, a cominciare dalla costruzione di un muro al confine con la Serbia. La barriera è stata rafforzata nel 2016, quando il premier temeva un arrivo ancora maggiore di migranti.

Orban però non si è limitato ad erigere dei muri: ha anche introdotto una serie di misure contro chi cerca rifugio in Ungheria, cercando di dissuadere i profughi a cercare di arrivare in Europa passando per il suo paese.

Ungheria, Orban nega il cibo ai migranti nei centri di raccolta al confine

Di recente, è stata anche approvata una misura che prevede che i migranti le cui richieste d’asilo non sono state accettate potranno essere espulsi dal paese durante la procedura d’appello.

Inoltre, la legge ungherese relega i migranti, che non hanno ottenuto la protezione internazionale in campi chiamati “zone di transizione”, costruiti al confine meridionale.

A ciò si aggiunge anche una legge approvata dal parlamento che rende illegale aiutare i migranti irregolari che cercano di ottenere asilo nel paese e che rende punibile la stampa di volantini con informazioni utili per i richiedenti asilo, così come offrire loro cibo o consigli legali.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane