Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

“A Salvini dovrebbero tirare un proiettile in testa”, ecco cosa ha scatenato la reazione shock di Salvini contro una rom

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 1 Ago. 2019 alle 15:59 Aggiornato il 1 Ago. 2019 alle 16:00
1
Immagine di copertina

“A Salvini dovrebbero tirare un proiettile in testa”, ecco cosa ha scatenato la reazione shock di Salvini contro una rom

Sta facendo discutere la frase shock di Salvini in un’intervista a Sky Tg24: “Ma vi par normale che una zingara a Milano dica “A Salvini andrebbe tirata una pallottola in testa”? Stai buona, zingaraccia, stai buona, che tra poco arriva la RUSPA

Il vicepremier ha replicato alle parole di una donna rom del campo nomadi di via Monte Bisbino, periferia nord di Milano in un reportage de Il Giornale.

In un servizio, il quotidiano aveva ripreso con telecamera nascosta alcune donne del campo, che avevano dato del “coglione” al vicepremier e avevano invocato per lui “pallottole in testa”.

Il vicepremier si è lasciato andare a commenti durissimi per le parole delle donne, promettendo un imminente arrivo delle ruspe nel campo.

Salvini poche settimane fa aveva inviato ai prefetti una circolare con cui chiedeva una “relazione sulla presenza di insediamenti rom, sinti e camminanti” in Italia entro due settimane. L’obiettivo, sottolinea il Viminale, è quello di avere un quadro chiaro sui campi abusivi “per predisporre un piano di sgomberi”.

• Leggi anche: Lo scioccante tweet di Salvini: “Stai buona, zingaraccia, stai buona, che tra poco arriva la ruspa”

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.