Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Salvini difende Orban sulla legge anti-gay: “Ogni stato è libero, no a intromissioni”

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Il leader della Lega Matteo Salvini è intervenuto nel dibattito riguardante la legge ungherese “contro la promozione dell’omosessualità” voluta dal governo di Viktor Orban. “Ogni Stato sia libero di decidere sulla propria organizzazione scolastica e universitaria, sull’organizzazione della giustizia, non capisco le intromissioni“, ha dichiarato Salvini, specificando di aver letto il provvedimento.

Ieri il primo ministro ungherese aveva accusato i leader Ue che si sono espressi criticamente di non aver letto la legge, ritenuta discriminatoria verso le persone Lgbt. Il provvedimento prevede un divieto di “rappresentazione e promozione dell’identità di genere diversa dal sesso alla nascita, il cambio di sesso e l’omosessualità” per i minori di 18 anni. Orban ieri ha difeso la legge, sottolineando che non si tratta di una legge contro i gay ma per la “tutela i diritti dei bambini“.

Salvini ha commentato anche la controversa nota del Vaticano che ha chiesto di modificare il ddl Zan contro l’omotransfobia: “Io sono contento: le richieste della Chiesa sono, molto umilmente, le nostre”, ha detto. “Vogliamo un testo che punisca pesantemente ogni discriminazione e abuso, togliendo gli argomenti divisivi: i bimbi, la scuola e l’educazione, che spetta alla famiglia, oltre ai reati di opinione”.

“La palla sta nel campo del Pd: noi, la Lega e tutto il centrodestra, siamo pronti a sederci attorno a un tavolo per risolvere tutti i problemi di questa legge”, aggiunge Salvini, che avverte: “Senza il dialogo sul ddl Zan il provvedimento contro l’omofobia non passa. Noi siamo disposti domani a chiudere un testo che punisca violenze e abusi e non inventi reati di opinione. Se Pd e M5s continueranno nella battaglia ideologica, nella volontà di chiudersi nel proprio recinto la legge non si approva”.

Leggi anche: 1. L’Uefa vieta lo stadio arcobaleno per Germania-Ungheria: ”No a riferimenti politici” /2. Dal Vaticano a Orban, passando per Salvini e Meloni: in Europa è in atto un’offensiva contro i diritti Lgbt

Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini a Mosca? Meloni: “Non è un tema da campagna elettorale”. Di Maio: “Con Putin ci parla Draghi”
Politica / Anniversario strage di Brescia, Mattarella: “I terrorismi sono stati sconfitti, nostro impegno è testimoniare”
Politica / Salvini pronto ad andare a Mosca: “Non mi sostituisco a Draghi”. Ma il governo non ne sapeva niente
Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini a Mosca? Meloni: “Non è un tema da campagna elettorale”. Di Maio: “Con Putin ci parla Draghi”
Politica / Anniversario strage di Brescia, Mattarella: “I terrorismi sono stati sconfitti, nostro impegno è testimoniare”
Politica / Salvini pronto ad andare a Mosca: “Non mi sostituisco a Draghi”. Ma il governo non ne sapeva niente
Politica / Esclusivo TPI: Verdi e Sinistra Italiana pronti a fondersi in un nuovo partito
Politica / Sicilia, sempre più concreta l’ipotesi primarie Pd-M5S-Sinistra: sarebbe la prima volta
Politica / Stipendio raddoppiato all’amico di Brunetta
Politica / Draghi: “Oltre 1.200 le morti sul lavoro nel 2021, c’è ancora molto da fare”
Politica / Mattarella revoca “per indegnità” la nomina di Cavaliere al premier russo Mishustin
Politica / Processo Ruby Ter, Berlusconi: “Accanimento giudiziario e politico, vogliono fermarmi”
Politica / Ciriaco De Mita: le cause della morte dell’ex premier e segretario della Dc