Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:13
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

“Salvini vuole fare censimento dei rom? È illegale”, la denuncia dell’Associazione 21 luglio

Immagine di copertina
Matteo Salvini

"Dopo i migranti ecco la volta dei rom. C’era da aspettarselo", scrive il presidente dell'Associazione 21 luglio Carlo Stasolla

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato l’intenzione di fare un censimento dei rom, per espellere gli stranieri irregolari “con accordi fra stati”. Il segretario della Lega ha aggiunto che “i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa”.

“Al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos”, ha detto il ministro Salvini, parlando a TeleLombardia.

Salvini ha parlato di “una ricognizione sui rom in Italia per vedere chi, come, quanti”, ossia “rifacendo quello che fu definito il censimento, facciamo un’anagrafe”.

Le parole di Matteo Salvini hanno suscitato la reazione del presidente dell’Associazione 21 luglio, Carlo Stasolla, che si occupa di diritti umani e discriminazione contro le comunità rom, sinti e caminanti.

“Dopo i migranti ecco la volta dei rom. C’era da aspettarselo”, ha scritto su Facebook Stasolla.

“Salvini menziona il suo collega di partito Maroni dimenticando ma fu proprio lui a inaugurare nel 2008 la costosissima e fallimentare “Emergenza Nomadi” che, oltre ad essere dichiarata illegittima dal Consiglio di Stato, creò l’humus sul quale nacque Mafia Capitale”.

Contattato telefonicamente da TPI.it, Stasolla ha specificato che Associazione 21 luglio ha fatto ricorso contro un caso di censimento nei confronti di una persona di etnia rom e che in quel caso il Consiglio di Stato dispose 18mila euro di risarcimento.

“Il Ministro dell’Interno sembra non sapere che in Italia un censimento su base etnica non è consentito dalla legge”, prosegue Stasolla nel post, “che esistono già dati e numeri sulle persone presenti negli insediamenti formali e informali; che i pochi rom irregolari sono apolidi di fatto, quindi inespellibili; che i rom italiani sono presenti nel nostro Paese dal almeno mezzo secolo sono per certi versi “più italiani” di tanti nostri concittadini”.

“Invitiamo il neo Ministro però a perdere un po’ di tempo dietro lo studio e l’analisi delle questioni. Studi prima di parlare!”, conclude il presidente della 21luglio.

Ti potrebbe interessare
Politica / Alfredo Cospito, il governo agli anarchici: “Non scendiamo a patti con chi minaccia”
Politica / Fiorello convince Guido Crosetto a cantare “Bella Ciao” | VIDEO
Politica / Bonaccini sull’ingresso di Giarrusso nel Pd: “Noi aperti a tutti ma prima chieda scusa”
Ti potrebbe interessare
Politica / Alfredo Cospito, il governo agli anarchici: “Non scendiamo a patti con chi minaccia”
Politica / Fiorello convince Guido Crosetto a cantare “Bella Ciao” | VIDEO
Politica / Bonaccini sull’ingresso di Giarrusso nel Pd: “Noi aperti a tutti ma prima chieda scusa”
Politica / Sospetti sulle elezioni politiche del 2022: “All’estero hanno votato troppi centenari”. Indaga la Procura
Politica / Meloni a Tripoli: “Rafforzata collaborazione con l’autorità libica in relazione alla guardia costiera”
Politica / Crosetto sotto attacco dell’ex premier russo Medvedev: “È uno sciocco raro”
Politica / L’ex M5s Giarrusso entra nel Pd: “Sto con Bonaccini, all’Italia serve più sinistra”
Politica / Pista anarchica per gli attacchi ai diplomatici italiani a Barcellona e Berlino: cinque fermati
Politica / Carcere per i clienti delle prostitute e per chi si apparta in auto: la proposta di legge di Fratelli d’Italia
Politica / Zelensky a Sanremo, da Calenda a Conte si allarga il fronte dei politici contrari