Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Roma, imbrattate le targhe dedicate alle vittime delle leggi razziali che avevano sostituito quelle dedicate ai firmatari del Manifesto della razza

Immagine di copertina

Roma, imbrattate le targhe dedicate alle vittime delle leggi razziali

A Roma due targhe dedicate a due vittime delle leggi razziali sono state imbrattate. Le targhe avevano sostituito altre due dedicate ai firmatari del manifesto della razza.

A diffondere le immagini delle due targhe imbrattate con la vernice nera è stata la sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi. “Gesto vergognoso, ripuliamo subito”, ha scritto su Twitter:

Le targhe erano dedicate a Nella Mortara (fisica) e Mario Carrara (medico), che rifiutarono di firmare il Manifesto della Razza. La sindaca Raggi aveva deciso di eliminare dalla toponomastica della città di Roma Arturo Donaggio ed Edoardo Zavattari, che invece firmarono quel documento.

Il cambio era avvenuto solo pochi giorni fa, il 22 novembre, nel XIV Municipio, dove via Donaggio è diventata via Mario Carrara e largo Donaggio ora si chiama largo Nella Mortara.

Il percorso di modifica dei nomi era stato avviato un anno fa in occasione dell’ottantesimo anniversario delle leggi razziali.

Nella Mortara, laureata in fisica all’università di Roma nel 1916, fu l’unica donna ad aver mai lavorato nell’istituto di Enrico Fermi, di via Panisperna. In seguito alle leggi razziali, Nella venne radiata dall’università e da tutte le associazioni scientifiche di cui era membro.

I due nomi che hanno sostituito i firmatari del manifesto della razza erano stati scelti attraverso un percorso a cui hanno partecipato cittadini e studenti.

Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”
Politica / La ministra Carfagna agli eventi di Forza Italia con gli aerei di Stato