Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Rocco Casalino e lo staff finiscono sotto processo nel M5S

Immagine di copertina

ROCCO CASALINO COMUNICAZIONE M5S – Dopo la batosta delle Elezioni Europee del 26 maggio, con un crollo del consenso su scala nazionale dal 32,7 al 17,1 per cento in quindici mesi, Rocco Casalino e lo staff dei comunicatori M5S finiscono sotto processo. Il ruolo del giornalista ex concorrente del Grande Fratello e degli altri spin doctor dei pentastellati viene messo in dubbio dagli eletti. Repubblica racconta oggi che sarebbe in corso una riorganizzazione del Movimento che coinvolgerà anche chi si occupa di comunicazione.

Rocco Casalino | Lo staff comunicazione sotto processo nel M5S

Il portavoce di un membro del governo in forma anonima ha ricordato che “negli altri partiti di solito i comunicatori ricevono delle direttive politiche dai vertici politici, da noi è il contrario: è la comunicazione che detta la linea e gli eletti eseguono”. E questi ultimi avrebbero cominciato a stancarsi dello strapotere dei comunicatori. Il loro disappunto sarebbe stato manifestato anche a Luigi Di Maio e di riflesso a Davide Casaleggio.

> Le ultime news sul governo

Repubblica ricorda che sono tre i principali membri del team della comunicazione M5S che contano: Casalino, Pietro Dettori, vicino a Casaleggio, e il giornalista Augusto Rubei, chiamato anche ‘mezzo compagno’ perché considerato di sinistra, arrivato dopo la sconfitta in Abruzzo. Sarebbe legato proprio al lavoro di Rubei, portavoce della ministra Elisabetta Trenta, il cambio di passo di Di Maio: il capo politico del Movimento proprio negli ultimi mesi ha iniziato a battagliare a tutto campo su diversi temi con la Lega e Matteo Salvini. Con la riorganizzazione una parte potrebbero essere destinati al lavoro con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e una parte per il capo politico Di Maio.

Siccome non sono stati individuati responsabili politici della sconfitta del 26 maggio sono stati proprio i comunicatori sul banco degli imputati. E Casalino è stato bersagliato dalle critiche.

Ti potrebbe interessare
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Ti potrebbe interessare
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”
Politica / Ddl Zan, i dem rilanciano la legge: “Disposti a modifiche, ma sull’identità di genere non si tratta”