Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

“Renzi è pronto a salvare Salvini dal processo sulla nave Gregoretti”: il retroscena

Immagine di copertina
Matteo Salvini e Matteo Renzi durante il confronto a Porta a Porta

Telefonate tra Renzi e Salvini, pressing sull’ex premier affinché salvi il leader della Lega dal processo sul caso Gregoretti: è quanto riporta Il Fatto Quotidiano in un retroscena.

Secondo il giornale diretto da Marco Travaglio, a fare pressioni sul leader di Italia Viva sarebbe soprattutto Denis Verdini: “Denis ha sicuramente parlato con Renzi, facendogli notare che anche per la Gregoretti, Salvini si è mosso nel solco della politica dei migranti perseguita dal Conte I”, scrive Il Fatto.

Sarebbero intensi i contatti anche tra gli stessi Renzi e Salvini. Ma perché tutto questo? Il motivo è semplice. Il 20 gennaio prossimo la Giunta del Senato voterà sull’autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex ministro dell’Interno.

Se dovesse prevalere la linea del sì al processo, dovrebbe poi pronunciarsi l’aula del Senato. Al momento Italia Viva sembra essere l’ago della bilancia. Se i componenti renziani della Giunta, infatti, votassero no all’autorizzazione a procedere, Salvini eviterebbe un altro processo dopo quello sul caso Diciotti.

È infatti certo che i componenti della Giunta di PD e Movimento Cinque Stelle voteranno contro Salvini, mentre quelli di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia si batteranno in favore del leader della Lega.

Il pallino del gioco è insomma in mano a Renzi, e negli ultimi giorni diversi esponenti di Italia Viva, tra cui lo stesso ex premier, hanno chiarito che sul caso decideranno dopo aver letto le carte, senza pregiudizi.

Da qui il pressing nei confronti di Renzi e i fitti colloqui che sarebbero in corso tra Salvini e il leader di Italia Viva.

Diversi retroscena, nelle ultime settimane, hanno riferito di presunti accordi tra Renzi e Salvini anche su altri fronti. Italia Viva avrebbe ricevuto dalla Lega la garanzia di un impegno per una legge elettorale con una sogli di sbarramento bassa, nonché una sorta di desistenza alle regionali in Toscana, al fine di far vincere il candidato renziano Eugenio Giani.

In cambio, Renzi farebbe cadere il governo per realizzare la principale ambizione di Salvini: andare alle elezioni il prima possibile e diventare il nuovo presidente del Consiglio.

Ti potrebbe interessare
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Politica / Paola De Micheli a TPI: “Alla sinistra serve un nuovo umanesimo”
Ti potrebbe interessare
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Politica / Paola De Micheli a TPI: “Alla sinistra serve un nuovo umanesimo”
Politica / Lettera aperta a Beppe Grillo da un’elettrice delusa: “L’ennesimo partito imborghesito non ci interessa”
Politica / Una poltrona per due: la strana coppia del Tesoro
Politica / “La riforma Cartabia non ha migliorato la Giustizia”
Politica / Cuperlo a TPI: “Caro Pd, non nascondiamo la polvere sotto al tappeto”
Politica / Elly Schlein a TPI: “Vinco io il Congresso del Pd, lo dicono i numeri”
Politica / Elly Schlein a TPI: “Dopo la politica mi darò al cinema, sogno di fare la regista”
Politica / Modello Bonaccini: ritratto di un uomo-immagine (di L. Telese)