Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Redditi dei politici: Conte dichiara il triplo del 2018, Berlusconi il più ricco, Salvini superato da Meloni

Sul sito del Parlamento sono state pubblicate le cifre delle dichiarazioni dei redditi dei parlamentari e dei ministri. Si tratta dei redditi percepiti nel 2018, vediamoli

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 3 Gen. 2020 alle 20:07 Aggiornato il 4 Gen. 2020 alle 00:30
135
Immagine di copertina
Giuseppe Conte, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini

Redditi dei politici: quanto guadagnano i parlamentari e i ministri italiani

Più di un milione di euro per il premier Giuseppe Conte, il 200 per cento in più rispetto all’anno precedente, Matteo Salvini dichiara “solo” 70mila euro e quasi 800mila euro è lo “stipendio” del senatore Matteo Renzi. Ma il podio è di Silvio Berlusconi con un imponibile di 48 milioni di euro. È quanto emerge dalla dichiarazione dei redditi depositata e pubblicata sul sito del Parlamento italiano secondo i dettami di legge. Ma vediamo nel dettaglio quanto guadagnano i politici italiani.

Il reddito di Giuseppe Conte

Nel 2019 il presidente del Consiglio Conte ha dichiarato al fisco un reddito imponibile di 1.155.229 milioni di euro rispetto ai 370.014 euro percepiti l’anno prima. Si tratta di un aumento del 200 per cento: 700mila euro in più in un solo anno.

Da Palazzo Chigi spiegano all’Adnkronos che l’aumento esponenziale dello “stipendio” di Conte è dovuto al fatto che “quando ha assunto l’incarico di premier ha dovuto chiudere tutti gli incarichi pendenti emettendo le relative fatture, e, quindi, ha fatturato in un solo anno importi che altrimenti sarebbero stati diluiti nel corso del tempo”.

Nella “dichiarazione per la pubblicità della situazione patrimoniale”, firmata il 29 novembre scorso, il presidente del Consiglio ha attestato che non sono intervenute “variazioni” in “rapporto all’ultima dichiarazione presentata”: rimane proprietario di un fabbricato a Roma, probabilmente la sua abitazione privata, e di una Jaguar d’epoca, modello XJ6, immatricolata nel ’96.

Il reddito di Matteo Renzi

Renzi nel 2019 denuncia al fisco quasi 800mila euro. Il leader di Italia Viva nel 2018 ha guadagnato infatti 796.281 euro, rispetto alle 29.315 euro percepite l’anno d’imposta. Più di 700mila euro in più in tasca in un solo anno.

Nel documento il senatore attesta che “in rapporto all’ultima dichiarazione presentata” sono intervenute alcune ‘variazioni’: la cessione, il 27 maggio scorso, di “due unità immobiliari” a Pontassieve, in provincia di Firenze, di cui aveva il “possesso al 50 per cento”; la liquidazione della ‘Digistart srl’ con sede a Firenze, che vedeva l’ex presidente del Consiglio socio con una quota da 10mila euro.

Il reddito di Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi è il più ricco. Nel 2019 il leader di Forza Italia ha dichiarato un imponibile di 48.022.126 milioni di euro.

Giorgia Meloni supera Matteo Salvini

Nel 2019 il leader della Lega Matteo Salvini dichiara 70.173 euro di reddito imponibile. Quasi centomila euro (97.145) invece per la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. È quanto denunciato dalla “Lady 10 per cento” secondo l’ultima dichiarazione dei redditi, firmata il 7 ottobre 2019 e relativa all’anno 2018. Nel documento Meloni attesta che “nessuna variazione patrimoniale è intervenuta in rapporto all’ultima dichiarazione presentata e pubblicata” nel 2018.

Ministri Franceschini, Gualtieri, Lamorgese

Dario Franceschini è il più ricco tra i ministri del governo Conte bis. Il titolare del dicastero dei Beni Culturali ha dichiarato un reddito imponibile nel 2018 pari a 200.767 euro. Rispetto alla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, Franceschini ha ceduto alle figlie un fabbricato che si trova nel comune di Ferrara e alla moglie il 50 per cento di un immobile a Roma.

Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri nella dichiarazione patrimoniale ha dichiarato 104.134,02 euro ai quali va sottratta l’imposta dell’Unione in qualità di europarlamentare di 22.895,58.

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese denuncia al fisco 160.876 euro. Il capo del Viminale è anche comproprietaria di 5 fabbricati a Roma, di cui uno è l’abitazione in cui vive e le altre sono pertinenze, uno a Potenza e uno a Milano. La ministra possiede anche una Toyota Aygo del 2008 e detiene 1.035 azioni della Aedes Siiq Spa, ora Restart.

L’ex ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno ha dichiarato nel 2019 un reddito imponibile di 2.403.772 milioni di euro. Il reddito della senatrice leghista è in calo rispetto a quello dell’anno prima, nel 2018 aveva infatti dichiarato un imponibile di circa 2,8 milioni di euro. Secondo quanto si legge nel documento, Bongiorno ha ceduto 2500 azioni di Cerved Information Solutions, 1312 di Poste Italiane e 13mila di Terna.

Il ministro per gli Affari Europei Enzo Amendola è l’ultimo in classifica: nel 2018 ha un reddito imponibile di 45.753 euro.

Leggi anche:

Quanto guadagnano realmente i parlamentari italiani

135
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.