Me

Chi è l’inventore del Papeete Beach, l’amico di Salvini eletto al Parlamento europeo con la Lega

Di Marco Nepi
Pubblicato il 2 Ago. 2019 alle 13:43 Aggiornato il 2 Ago. 2019 alle 15:02
Immagine di copertina

Chi è proprietario del Papeete Beach che oggi siede al Parlamento europeo

A Milano Marittima, il figlio sedicenne del ministro dell’Interno Matteo Salvini sale su una moto d’acqua della Polizia di Stato per un giro davanti alla spiaggia. Due uomini cercano di bloccare il videomaker che filma la scena.

“Errore mio da papà, nessuna responsabilità va data ai poliziotti, che anzi ringrazio perché ogni giorno rischiano la vita per il nostro Paese”, dirà il ministro Salvini commentando la vicenda.

Due giorni dopo Matteo Salvini convoca una conferenza stampa al Papeete Beach, la spiaggia di Milano Marittima dove appunto il ministro dell’Interno sta trascorrendo le vacanze e come del resto è tradizione: anche nello scorso anno, Salvini è stato ospite del Papeete Beach durante il periodo estivo, accompagnato dall’allora fidanzata Elisa Isoardi.

Ma cosa lo lega a quella spiaggia? Sicuramente l’amicizia decennale con il patron Massimo Casanova, imprenditore balneare romagnolo purosangue che negli anni è riuscito a rendere il Papeete Beach un vero punto di ritrovo di fama nazionale.

Massimo Casanova, 48 anni e tre figli, un diploma in ragioneria, è stato infatti eletto al Parlamento europeo nelle liste della Lega, facendo il pieno di voti.

Casanova è fondatore e proprietario del Papeete Beach insieme alla sorella Rossella, con cui lo continua attualmente a gestire facendo la spola tra la Puglia e la Romagna.

La sua attività è diventata negli anni un vero e proprio trend, grazie alla folta movida giovanile che ogni estate frequenta i suoi party nella località balneare romagnola e che ha permesso di estendere il business del marchio dalla spiaggia a linee di abbigliamento, compilation musicali e tour di party in giro per l’Italia.

Casanova e Salvini sono legati da un’amicizia di lungo corso.

Il leader della Lega è infatti un assiduo frequentatore del Papeete, dove si fa fotografare ogni estate in costume tra lettini, aperitivi e consolle.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Il proprietario del Papeete Beach, negli anni passati, ha anche ricoperto la carica di responsabile comunale del Sindacato italiano balneari – Ascom Confcommercio a Cervia – Milano Marittima, la sua città (Casanova, oltre a essere il primo balneare, è anche il primo cervese ad approdare in europarlamento).

Matteo Salvini, camicia a righe bianche e blu, pantalone lungo scuro e le infradito nere in gomma, che fanno molto stile balneare, si presenta al bagno Papeete di Milano Marittima all’ora di pranzo.

Al Papeete sono sempre tutti pronti perché è qui che per almeno due settimane d’estate va in scena il ‘Viminale on the beach’.

“Salvini viene spesso – dicono i dipendenti dello stabilimento balneare –. In tanti ci chiedono dov’è, che cosa fa, poi lo cercano per un selfie e lui è sempre gentilissimo con tutti”. E infatti il vicepremier viene subito accerchiato dalla folla di circa duecento persone ma questa volta decide prima di sedersi tra il sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone e il ministro per gli Affari europei Lorenzo Fontana e rimanda i selfie al dopoconferenza.