Coronavirus:
positivi 96.887
deceduti 18.279
guariti 28.470

Il programma di Lucia Borgonzoni per le elezioni Emilia Romagna 2020

La candidata del centrodestra punta su ospedali aperti, lotta alla burocrazia e infrastrutture

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 31 Dic. 2019 alle 19:08 Aggiornato il 31 Dic. 2019 alle 20:22
16
Immagine di copertina
Lucia Borgonzoni, 43 anni, è senatrice della Lega

Il programma di Lucia Borgonzoni per le elezioni Emilia Romagna 2020

Lucia Borgonzoni è il candidato presidente del centrodestra alle elezioni regionali dell’Emilia-Romagna, in programma il 26 gennaio 2020. Borgonzoni, 43 anni, sta facendo campagna elettorale sotto lo slogan “L’Emilia-Romagna è di tutti”. L’aspirante governatrice, oggi senatrice della Lega, non ha elaborato un vero e proprio programma elettorale. I punti principali della sua agenda di governo si possono desumere dai comizi svolti in questi mesi di campagna.

Possiamo quindi dire che il programma di Lucia Borgonzoni poggia essenzialmente su una Sanità più accessibile, sulla lotta alla burocrazia e sul potenziamento delle infrastrutture.

Borgonzoni ha promesso che fra i suoi primi provvedimenti da presidente della Regione Emilia-Romagna ci sarà l’estensione degli orari di apertura degli ospedali in orario notturno e nei giorni festivi per consentire di svolgere visite ed esami anche di sera e nei weekend.

La candidata leghista, poi, afferma di voler puntare su innovazione e tagli alla burocrazia. “Ci sono aziende che ancora non hanno ricevuto i fondi post-terremoto perché era troppo complicato chiederli”, ha sottolineato più volte in campagna elettorale.

Sulle infrastrutture, Borgonzoni dice sostanzialmente di voler agire su due fronti: da un lato, realizzare nuove opere (come la Cispadana o la Bretella Campogalliano-Sassuolo) e ultimare quelle incompiute (come l’autostrada Tirreno-Brennero) e dall’altro stipulare accordi con i territori limitrofi per valorizzare al massimo le infrastrutture già esistenti (come il porto di Ravenna).

Chi è Lucia Borgonzoni

Lucia Borgonzoni è nata il 18 settembre 1976 a Bologna. Nipote del famoso pittore Aldo Borgonzoni e cresciuta in una famiglia politicamente orientata a sinistra, a 16 anni ha iniziato a militare nell’allora Lega Nord.

Nel 2009 è stata eletta consigliera provinciale a Bologna. Due anni dopo si è dimessa perché eletta nel Consiglio comunale felsineo. Nel 2016 si è candidata alle elezioni comunali di Bologna, ma è stata sconfitta al ballottaggio dal candidato del centrosinistra, Virginio Merola, sindaco uscente.

Alle elezioni politiche del 2018 viene eletta al Senato e nel Governo Conte 1 è stata sottosegretaria al Ministero dei Beni e delle Attività culturali.

Alle elezioni regionali del 26 gennaio 2020 Lucia Borgonzoni è la candidata governatrice del centrodestra, sostenuta da una coalizione che comprende: Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Cambiamo!, Il Popolo della Famiglia, lista Progetto Emilia-Romagna-Rete civica Borgonzoni presidente e lista Giovani per l’ambiente.

Leggi anche:

Emilia-Romagna: i programmi di tutti i candidati

Il programma di Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra

Elezioni Emilia Romagna 2020 | Candidati, programmi, guida al voto

Tutte le notizie sulle elezioni regionali 2020 dell’Emilia Romagna

16
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.