Covid ultime 24h
casi +19.350
deceduti +785
tamponi +182.100
terapie intensive -81

Il post virale che demolisce Salvini (senza mai nominarlo esplicitamente) che sta scatenando il paese

Di Laura Melissari
Pubblicato il 8 Lug. 2019 alle 08:29 Aggiornato il 8 Lug. 2019 alle 10:25
0
Immagine di copertina

Post Salvini odio | È diventato virale nelle ultime ore un post di Emilio Mola, giornalista di Oria, in Puglia, che prende una posizione netta contro il clima di odio che sta imperversando nel nostro paese.

Senza mai citarlo esplicitamente, il post è una dura accusa nei confronti di Matteo Salvini, il ministro dell’Interno che negli ultimi anni ha convinto, e ha insegnato, agli italiani a odiare. A odiare i meridionali prima, e gli africani poi. E i partigiani, i rom, i popoli europei, le donne, le ong, il papa, l’Europa, i professori, coloro che aiutano gli altri. E un sacco di altre categorie.

Il post è un lungo elenco di tutto ciò che il ministro Salvini, con la sua propaganda che si è evoluta negli anni, ha insegnato a odiare.

In poche ore il post ha già raggiunto migliaia di like e condivisioni. Tantissimi i commenti di apprezzamento, ma anche moltissimi insulti di utenti che difendevano il Capitano a spada tratta, e se la prendevano sul personale con l’autore del testo.

Ma qual è lo scopo di tanto odio? “L’odio porta voti facili al potere. L’odio trasforma i popoli in bestie senza più ragione. L’odio distrae i popoli dai soldi che intanto spariscono, dalle promesse non mantenute, dalle bugie svelate, dai fallimenti che si inseguono. E alla fine solo uno ci guadagna. Col guinzaglio in mano. Pronto ad aizzare il popolo contro il prossimo nemico”, conclude Mola.

Post Salvini odio | Qui il post integrale:

“Salvini? Nu guapp’ di cart’, fa il forte con le Ong per dimostrare che può vincere, ma nemmeno in quello riesce”: Erri De Luca a TPI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.